Le mutazioni in un gene che ha un impatto immunitario aumento funzione di suscettibilità al cancro alla prostata

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un team di ricercatori guidato da Janet Stanford, Ph.D., del Fred Hutchinson Cancer Research Center ha scoperto che mutazioni nel gene BTNL2, che codifica per una proteina coinvolta nella regolazione della proliferazione delle cellule T e la produzione di citochine - entrambi impatto immune funzione - aumentano il rischio di sviluppare il cancro alla prostata.

I risultati, da Stanford e colleghi della University of Washington Dipartimento di Scienze Genoma e la Human Genome Research Institute Nazionale, sono in linea davanti alla stampa questione di Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention.

Una malattia complessa con una forte componente genetica




Il cancro della prostata è una malattia complessa e le sue cause includono una forte componente genetica. Si stima che circa il 42 per cento dei casi di cancro alla prostata sono causa di eredità, o variazioni genetiche presenti alla nascita. Cinque al 10 per cento dei casi di cancro alla prostata si pensa di derivare da rare mutazioni ereditarie.

I ricercatori hanno studiato i pazienti con cancro alla prostata da famiglie con un modello di cancro alla prostata ereditario, o HPC. DNA germinale fornito da pazienti con malattia insorgenza più aggressiva o all'inizio è stato sequenziato nel tentativo di identificare le mutazioni genetiche rare che predispongono al cancro alla prostata. Tutti i partecipanti erano uomini di origine europea.

Diversi geni con mutazioni candidati sono stati evidenziati, ma due varianti di codifica nel butyrophilin-simile 2, o BTNL2, gene sono stati più fortemente legati allo sviluppo del cancro alla prostata. Queste mutazioni missense che cambiano il codice genetico sono stati successivamente confermati essere chiaramente associata al cancro della prostata in un gruppo indipendente di famiglie HPC e in uno studio di popolazione caso-controllo.

Il team ha scoperto che i due BTNL2 mutazioni associate con elevato rischio di cancro alla prostata sono rari. Nei 270 famiglie HPC utilizzati per la conferma, a circa 1,5 per cento degli uomini affetti portato una delle mutazioni ma gli uomini non affetti portato nessuno. Nello studio caso-controllo basato sulla popolazione, il 2 per cento dei casi di cancro alla prostata e meno dell'1 per cento degli uomini senza cancro alla prostata effettuata una delle varianti.

Le mutazioni aumentato rischio sia di cancro alla prostata ereditario e sporadici

Nello studio caso-controllo, gli uomini che portavano una di queste varianti hanno avuto un significativo da 2,5 a 2,7 volte più alto rischio di sviluppare il cancro alla prostata rispetto agli uomini che non portano né mutazione.

"Questa ricerca dimostra per la prima volta che le mutazioni rare nel gene BTNL2 aumentano la suscettibilità al cancro della prostata sia ereditaria e sporadici", ha detto Stanford, co-direttore del Programma in Prostate Cancer Research un membro della divisione Public Health Sciences presso Fred Hutch . Varianti comuni in questo gene sono stati precedentemente collegati a diverse malattie autoimmuni e infiammatorie come sarcoidosi e la colite ulcerosa.

I ricercatori hanno utilizzato una tecnologia di sequenziamento di prossima generazione chiamata intero exome sequenziamento, che consiste di sequenziamento tutte le regioni codificanti, chiamati esoni, in tutto il genoma. I ricercatori hanno utilizzato questa tecnica per identificare le variazioni genetiche nel raggio di 91 uomini provenienti da 19 famiglie HPC. Poi, 130 mutazioni candidati che sono stati osservati più frequentemente negli uomini con carcinoma della prostata sono stati valutati in un gruppo indipendente di 270 famiglie HPC per un'ulteriore conferma.

Altre mutazioni candidati presenti in questo studio sequenziamento whole-exome saranno valutate in un futuro un'indagine che coinvolge un gruppo più ampio di famiglie HPC e popolazioni caso-controllo per valutare ulteriormente il loro legame con il cancro alla prostata.

Il National Cancer Institute, Fred Hutchinson Cancer Research Center e il Prostate Cancer Foundation ha finanziato la ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha