Le origini di pandemia HIV si trova: Probabile essere emerso a Kinshasa intorno al 1920

Marzo 22, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un team internazionale, guidato da Oxford University e Università di scienziati Leuven, ha ricostruito la storia genetica del virus HIV-1 gruppo M pandemia, l'evento che ha visto l'HIV si diffuse in tutto il continente africano e in tutto il mondo, e ha concluso che ha avuto origine a Kinshasa . L'analisi del team suggerisce che l'antenato comune del gruppo M è altamente probabile che sono emersi a Kinshasa intorno al 1920 (con il 95% delle date previste tra il 1909 e il 1930).

HIV è noto per essere stato trasmesso da primati e scimmie all'uomo almeno 13 volte, ma solo uno di questi eventi di trasmissione ha portato ad una pandemia umana. Fu solo con l'evento che ha portato a HIV-1 gruppo M che una pandemia si è verificato, con conseguente quasi 75 milioni di infezioni ad oggi. L'analisi del team suggerisce che, tra il 1920 e 1950, una 'tempesta perfetta' di fattori, tra cui la crescita urbana, forti collegamenti ferroviari durante il dominio coloniale belga, e le modifiche al mercato del sesso, abbinato a vedere HIV emergere da Kinshasa e diffusa in tutto il globo.




Un rapporto della ricerca è pubblicata su Science di questa settimana.

'Fino ad ora la maggior parte degli studi hanno adottato un approccio frammentario alla storia genetica di HIV, guardando particolari genomi dell'HIV in luoghi particolari,' ha detto il professor Oliver Pybus del Dipartimento di Zoologia dell'Università di Oxford, autore maggiore della carta. 'Per la prima volta sono state analizzate tutte le prove disponibili utilizzando le ultime tecniche filogeografici, che ci permettono di stimare statisticamente dove un virus proviene. Questo significa che possiamo dire con un alto grado di certezza dove e quando la pandemia di HIV origine. Sembra una combinazione di fattori a Kinshasa nei primi anni del 20 ° secolo ha creato una 'tempesta perfetta' per la nascita di HIV, che porta ad una epidemia generalizzata con slancio inarrestabile che srotolata attraverso sub-sahariana '.

'Il nostro studio ha richiesto lo sviluppo di un quadro statistico per ricostruire la diffusione di virus attraverso lo spazio e il tempo da loro sequenze genomiche,' ha detto il professor Philippe Lemey dell'Università di Rega Institute di Lovanio, un altro autore maggiore della carta. 'Una volta che le origini spazio-temporali della pandemia erano chiare potevano essere confrontati con i dati storici e divenne evidente che la precoce diffusione dell'HIV-1 da Kinshasa a altri centri urbani seguì schemi prevedibili.'

Uno dei fattori di analisi del team suggerisce è stato fondamentale per le origini della pandemia HIV era collegamenti di trasporto della RDC, in particolare le sue ferrovie, che ha fatto Kinshasa uno dei migliori connessa di tutte le città dell'Africa centrale.

'I dati da archivi coloniali ci dice che entro la fine del 1940 più di un milione di persone erano in viaggio attraverso Kinshasa sulle ferrovie di ogni anno,' ha detto il dottor Nuno Faria del Dipartimento di Zoologia, primo autore della carta della Oxford University. 'I nostri dati genetici ci dice che l'HIV molto rapidamente diffusa in tutto il Repubblica democratica del Congo (un paese delle dimensioni dell'Europa occidentale), in viaggio con persone lungo ferrovie e vie d'acqua per raggiungere Mbuji-Mayi e Lubumbashi nell'estremo sud e Kisangani in lontano Nord entro la fine del 1930 e primi anni 1950. Questo ha contribuito a stabilire precoce focolai secondari di trasmissione dell'HIV-1 in regioni che erano ben collegati a paesi dell'Africa meridionale e orientale. Pensiamo che sia probabile che i cambiamenti sociali in tutto l'indipendenza nel 1960, ha visto il virus 'scoppiare' da piccoli gruppi di persone infette di infettare la popolazione in generale e, infine, il mondo '.

Era stato ipotizzato che la crescita demografica o le differenze genetiche tra HIV-1 gruppo M e altri ceppi potrebbero essere fattori importanti nella creazione della pandemia di HIV. Tuttavia le prove del team suggerisce che, oltre il trasporto, i cambiamenti sociali, come il comportamento mutevole dei lavoratori del sesso, e le iniziative di salute pubblica contro altre malattie che hanno portato l'uso non sicuro di aghi possono aver contribuito a trasformare l'HIV in una epidemia conclamata - idee a sostegno origine formulate dal coautore dello studio Jacques Pepin dal Universitй de Sherbrooke, Canada.

Il professor Oliver Pybus ha detto: 'La nostra ricerca suggerisce che in seguito l'animale originale trasmissione interumana del virus (probabilmente attraverso la caccia o la manipolazione di carne di animali selvatici) c'era solo una piccola' finestra 'durante l'epoca coloniale belga, per questo particolare ceppo di HIV di emergere e diffondere in una pandemia. Con i sistemi di trasporto 1960, come ad esempio le ferrovie, che hanno permesso al virus di diffondersi grandi distanze erano meno attivi, ma a quel punto i semi della pandemia sono stati già seminati in tutta l'Africa e oltre '.

Il team dice che sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere il ruolo diversi fattori sociali possono aver giocato nelle origini della pandemia di HIV; in particolare la ricerca su campioni d'archivio per studiare le origini e l'evoluzione del virus HIV, e la ricerca del rapporto tra la diffusione di epatite C e l'uso di aghi non sicure come parte di iniziative di sanità pubblica possono fornire ulteriori approfondimenti delle condizioni che hanno contribuito a diffondere l'HIV così ampiamente.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha