Le piante potrebbero aprire la strada a nuovi trattamenti per il cancro ovarico

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati stanno sviluppando un programma per estratti vegetali test per la capacità di bloccare le cellule dai tumori ovarici in crescita. Nei test iniziali, molti estratti vegetali uccisi i campioni di tumore, prelevati da pazienti affetti da cancro.

Gli estratti sono miscele complesse di molte sostanze chimiche diverse, ma ingredienti nelle piante potrebbero essere utilizzati come punti di partenza per i nuovi farmaci per combattere la malattia. Gli scienziati stanno ora progettando ulteriori indagini dei composti più promettenti.




Il cancro ovarico è il quinto tumore più comune nelle donne, che colpisce più di 6.500 nel solo Regno Unito ogni anno. E 'anche uno dei più mortale, uccidendo più di 4.000 donne nel Regno Unito ogni anno, nonostante i tassi di sopravvivenza quasi raddoppio negli ultimi 30 anni. La ricerca è un esempio del lavoro pionieristico dell'Istituto Strathclyde di Farmacia e di Scienze Biomediche nello sviluppo di nuovi farmaci per malattie e condizioni, tra cui le malattie infettive, cancro, malattie cardiache, e la schizofrenia. È in corso per il nuovo edificio dell'Istituto Ј36 milioni An Ј8 milioni campagna di raccolta fondi, per espandere e migliorare la sua ricerca innovativa e di istruzione alla scoperta della medicina, lo sviluppo e l'uso.

Alan Harvey, docente di Farmacologia presso Strathclyde Istituto di Farmacia e Scienze Biomediche, ha detto:. "Pericolo intrinseco di cancro ovarico per la salute delle donne è aggravata dal fatto che è notoriamente difficile da rilevare elevati tassi di mortalità della malattia devono essere urgentemente affrontate attraverso sicure e potenti nuovi trattamenti.

"La nostra collezione di campioni vegetali naturali ci dà una vasta gamma di possibilità per il trattamento e abbiamo avuto buoni risultati di molte piante. Un gran numero di campioni sono stati studiati in collaborazione con Portsmouth ed è stato rilevato un sacco di attività che non avrebbe sono stati raccolti nei test convenzionali.

"Lo screening ad alto rendimento nel metodo che abbiamo utilizzato ha prodotto un rendimento elevato e ci auguriamo che altri test porterà nuove cure un passo più vicino."

Ian Cree, Professore di istopatologia, Farmacia e di Scienze Biomediche presso l'Istituto di Portsmouth di Biomediche e biomolecolare Scienza e Direttore del Laboratorio di cancro al Queen Alexandra Hospital, ha dichiarato: "Questa è una prima - nessuno è riuscito a utilizzare le cellule ottenute direttamente da tumori per lo screening un'intera libreria di estratti vegetali e siamo molto entusiasti dei risultati ottenuti.

"La chiave ora sarà quello di ottenere ulteriori finanziamenti per la produzione di farmaci da quei campioni che dimostrano che possono uccidere le cellule tumorali.

"Va ricordato che lo sviluppo farmaco è un processo molto lungo e che tali risultati, anche se eccitante, sono lontani da essere utilizzato in pazienti".

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha