Le statine diminuzione del rischio di malattie coagulo legate, secondo uno studio

Maggio 1, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli individui a rischio per le malattie coagulo correlate possono beneficiare di prendere farmaci che abbassano il colesterolo comuni noti come statine, secondo uno studio condotto da ricercatori presso l'Università del Connecticut.

I risultati dello studio sono stati presentati alla Conferenza Internazionale ATS 2010 a New Orleans.

"Gli studi clinici precedenti hanno indicato le statine possono avere un ruolo nel ridurre il rischio di queste condizioni, ma questi studi hanno prodotto stime variabili l'effetto della terapia con statine," ha detto l'autore Vanjul Agarwal, MBBS "Nel nostro studio, abbiamo voluto analizzare e valutare l'effetto di questi farmaci nei pazienti con condizioni specifiche relative alla ostruzioni dei vasi".




Mentre altri studi si sono concentrati sugli effetti di specifici statine, Dr. Agarwal ha detto che l'attuale analisi ha cercato di valutare l'effetto delle statine nel suo complesso. I ricercatori hanno esaminato i risultati di 10 studi di più di 900.000 uomini e donne che valutino l'effetto delle statine nel prevenire il tromboembolismo venoso (TEV), formata coaguli nelle vene profonde che presentano un rischio grave per l'attacco di cuore e ictus. Dr. Agarwal ha osservato che l'attuale studio ha incluso tutti i tipi di VTE, con una particolare attenzione per la trombosi venosa profonda (TVP), più comunemente coinvolge la formazione di coaguli nelle gambe, ed embolia polmonare (EP), coaguli che si formano nei vasi principali della polmoni dopo la migrazione da altre zone del corpo, di solito le gambe, bacino o, raramente, braccia. Secondo i risultati degli studi, l'uso di statine beneficiato pazienti con tutti i tipi di TEV, comprese TVP e EP.

Sia PE e TVP può essere asintomatica e quindi difficile da rilevare, o facile da mal diagnosticare. Secondo i Centers for Disease Control, circa 200.000 a 400.000 persone negli Stati Uniti hanno TVP e circa 100.000 a 200.000 persone hanno un PE. Quasi un terzo degli individui con PE muore a causa della condizione.

Dr. Agarwal ha detto statine sono ritenuti ridurre il rischio di TEV riducendo l'infiammazione, uno dei fattori coinvolti nella formazione di coaguli. "Le statine sono stati trovati ad avere proprietà anti-infiammatorie. Poiché la formazione di trombi comporta l'infiammazione, le statine possono ridurre la formazione di trombi venosi e quindi, ridurre le probabilità di sviluppare PE/TVP," ha detto.

Dr. Agarwal ha notato studi randomizzati e controllati future possono aiutare a determinare un ciclo di terapia con statine per i pazienti più a rischio per lo sviluppo di TEV.

"I pazienti ad alto rischio per lo sviluppo di PE o TVP può essere prescritto statine profilassi," ha detto. "In questi pazienti, l'uso regolare di statine potrebbe ridurre significativamente l'incidenza di EP e TVP."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha