Le statine possono rallentare l'invecchiamento umano, proteggendo contro l'accorciamento dei telomeri: Una caratteristica delle cellule senescenti

Maggio 30, 2016 Admin Salute 0 15
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Non solo statine estendono vita abbassando i livelli di colesterolo e ridurre i rischi di malattie cardiovascolari, ma la nuova ricerca nel numero di settembre 2013 di The FASEB Journal suggerisce che essi possono estendersi durata di vita pure. In particolare, le statine possono ridurre il tasso al quale telomeri si accorciano, un fattore chiave nel processo di invecchiamento naturale. Questo apre la porta per l'utilizzo di statine, o derivati ​​di statine, come terapia anti-invecchiamento.

"Con l'attivazione della telomerasi, le statine possono rappresentare un nuovo interruttore molecolare in grado di rallentare cellule senescenti nei nostri tessuti ed essere in grado di condurre l'estensione durata di vita sano", ha detto Giuseppe Paolisso, MD, Ph.D., un ricercatore coinvolto nel lavoro dal Dipartimento di Medicina Interna, Chirurgia, Malattie Neurologiche metaboliche e medicina geriatrica presso Seconda Università di Napoli a Napoli, Italia.

Per fare questa scoperta, Paolisso e colleghi hanno lavorato con due gruppi di soggetti. Il primo gruppo era sotto statine cronica, e il secondo gruppo (controllo), non ha utilizzato statine. Quando i ricercatori hanno misurato l'attività della telomerasi in entrambi i gruppi, quelli sottoposti a trattamento con statine avevano attività della telomerasi maggiore nei loro globuli bianchi, che è stato associato con telomeri più bassi accorciamento insieme con l'invecchiamento, rispetto al gruppo di controllo. Questo mette in evidenza con forza il ruolo dell'attivazione telomerasi nel prevenire l'eccessivo accumulo di telomeri corti.




"La cosa grandiosa di statine è che riducono i rischi per la malattia cardiovascolare in modo significativo e sono generalmente sicuri per la maggior parte delle persone. La cosa brutta è che le statine hanno effetti collaterali, come lesioni muscolari", ha detto Gerald Weissmann, MD, Editor-in-capo di The FASEB Journal. "Ma se si conferma che le statine potrebbe effettivamente lento invecchiamento stesso - e non solo i sintomi dell'invecchiamento - allora le statine sono farmaci molto più potenti di quanto abbiamo mai pensato."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha