Leggi fumo passivo possono ridurre le infezioni dell'orecchio di infanzia, studio suggerisce

Giugno 20, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Harvard School of Public Health (HSPH) ricercatori e colleghi dell'Istituto di ricerca per un Tobacco Free Society hanno scoperto che una riduzione del fumo passivo nelle case americane è stato associato con un minor numero di casi di otite media, il nome scientifico per l'infezione dell'orecchio medio. Lo studio appare il 26 gennaio 2011, come primo articolo online sul sito della rivista Tobacco Control.

"Il nostro studio è il primo a dimostrare i benefici per la salute pubblica per i bambini di aumento in case senza fumo in tutta la nazione. E 'anche il primo studio di quantificare nel corso degli ultimi 13 anni una inversione di quella che era stata a lungo termine l'aumento tendenza a infezioni dell'orecchio medio tra i bambini ", ha detto l'autore Hillel Alpert, ricercatore presso il Dipartimento di HSPH di società, di sviluppo umano, e la salute. "Se i genitori evitano di fumare in casa, possono proteggere i loro bambini dalla malattia che è la causa più comune di visite a medici e ospedali per cure mediche", ha detto.

Il fumo passivo (fumo di una sigaretta accesa combinato con fumo esalato da un fumatore) ha dimostrato di aumentare il livello di particelle insalubri nell'aria, compresi nicotina e altre tossine. Nel 2006 la US Surgeon General ha affermato che esistevano prove sufficienti per suggerire un legame tra il fumo dei genitori e infezioni alle orecchie dei bambini.




L'otite media è la ragione principale per le visite a studi medici e ospedali in mezzo a noi i bambini, con un onere economico stimato annuo di $ 3 miliardi a 5 miliardi dollari. Visite dei bambini per l'otite media è aumentato costantemente, passando da 9,9 milioni di 1975-24.500.000 visite nel 1990. Tuttavia, i ricercatori hanno trovato il numero medio annuo di visite ambulatoriali per l'otite media nei bambini di 6 anni e più giovane è sceso del 5%, e dimissioni ospedaliere diminuite del 10% all'anno dal 1993 al 2006. (I ricercatori notano che altri fattori possono aver contribuito al declino, tra cui un vaccino contro la polmonite che è stato introdotto nel 2000.)

Per determinare il numero di famiglie senza fumo, i ricercatori hanno utilizzato i dati del National Cancer Institute di tabacco Usa Supplemento alla Current Population Survey. Hanno trovato norme volontarie non fumatori a famiglie quasi raddoppiato dal 45% del 1993 al 86% nel 2006, molto probabilmente a causa di una maggiore consapevolezza dei rischi del fumo di seconda mano e di una riduzione del numero di persone che fumano in casa.

"Regole senza fumo nelle case sono estremamente importanti per proteggere i bambini, visti i molti effetti negativi che l'esposizione al fumo di tabacco di seconda ha sulla salute dei bambini", ha detto Alpert.

Lo studio è stato finanziato dalla assistente di volo Medical Research Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha