Lesione cerebrale traumatica legata aumento di dieci volte del rischio di ictus

Aprile 21, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Se si soffre di traumi cerebrali, il rischio di avere un ictus, entro tre mesi può aumentare di dieci volte, secondo un nuovo studio ha riportato in Stroke: Journal of American Heart Association.

"E 'ragionevole supporre che il danno cerebrale nella testa causato da una lesione cerebrale traumatica può innescare sia un ictus emorragico [quando un scoppia vaso sanguigno all'interno del cervello] o un ictus ischemico [quando un'arteria nel cervello è bloccato]," ha detto Herng-Ching Lin, Ph.D., autore senior studio e professore presso la Scuola di Amministrazione Sanitaria, College of Medicine, Taipei Medical University di Taiwan. "Tuttavia, fino ad oggi, nessuna ricerca era stato fatto mostrando una correlazione tra traumi cerebrali e ictus."

Si tratta del primo studio che individua traumi cerebrali come un potenziale fattore di rischio per l'ictus successivo.




Lesione cerebrale traumatica si verifica quando una forza esterna, come un urto, colpo o scossa alla testa sconvolge la normale funzione del cervello. Le cause sono cadute, incidenti stradali, e la violenza.

Nei soli Stati Uniti, circa 1 su 53 individui sostenere una lesione traumatica cerebrale ogni anno, secondo le statistiche 2004 del Centers for Disease Control and Prevention.

In tutto il mondo, le lesioni cerebrali traumatiche sono una delle principali cause di disabilità fisica, disgregazione sociale e la morte.

Utilizzando i record da un database di Taiwan a livello nazionale, i ricercatori hanno studiato il rischio di ictus nei pazienti con lesioni cerebrali traumatiche nel corso di un periodo di cinque anni. I record inclusi pazienti con lesioni cerebrali traumatiche 23.199 adulti che hanno ricevuto cure ambulatoriali o ospedaliere tra il 2001 e il 2003. Il gruppo di controllo comprendeva 69.597 pazienti con lesioni cerebrali non traumatiche. L'età media dei pazienti era 42 e il 54 per cento erano di sesso maschile.

Durante i tre mesi dopo la lesione, 2,91 per cento dei pazienti con lesioni cerebrali traumatiche colpito da un ictus rispetto a solo il 0,30 per cento di quelli con lesioni cerebrali non traumatica - una differenza di dieci volte.

Il rischio di ictus nei pazienti con trauma cranico è diminuita gradualmente nel tempo, i ricercatori hanno detto:

  • Dopo un anno, il rischio era di circa 4,6 volte maggiore per i pazienti che hanno subito una lesione cerebrale traumatica rispetto a quelli che non avevano.
  • Dopo cinque anni, il rischio era 2,3 volte maggiore per i pazienti con lesioni cerebrali traumatiche.

Il rischio di ictus tra i pazienti con danno cerebrale traumatico con fratture ossee teschio era più pronunciata che in pazienti con lesioni traumatiche cerebrali senza fratture, hanno detto i ricercatori.

Durante i primi tre mesi, quelli con fratture del cranio erano 20 volte più probabilità di avere un ictus rispetto ai pazienti senza fratture ossee cranio. Il rischio è diminuita nel corso del tempo.

Inoltre, il rischio di emorragia subaracnoidea (sanguinamento nella zona tra il cervello e tessuti sottili che rivestono il cervello) ed emorragia intracerebrale (sanguinamento nel cervello causata dalla rottura di un vaso sanguigno) aumentato significativamente in pazienti con lesioni cerebrali traumatiche contro pazienti con lesioni cerebrali non traumatiche.

Dopo aver considerato età e sesso, i pazienti con lesioni cerebrali traumatiche avevano più probabilità di avere l'ipertensione, il diabete, malattia coronarica, la fibrillazione atriale ed insufficienza cardiaca di pazienti con lesioni cerebrali non traumatiche.

I primi esami di neuroimaging - come la risonanza magnetica - e il monitoraggio medico intensivo, il sostegno e l'intervento dovrebbe essere richiesto a seguito di un trauma cranico, soprattutto durante i primi mesi e anni, Lin ha detto. Inoltre, le iniziative di educazione alla salute migliore potrebbe sensibilizzare l'opinione pubblica circa i fattori che causano ictus e segni e sintomi di ictus nei pazienti con lesioni cerebrali traumatiche.

"L'ictus è la malattia neurologica più grave e invalidante in tutto il mondo", ha detto Lin. "Il nostro studio apre la strada per identificare ictus come un problema neurologico supplementare che può verificarsi a seguito di traumi cerebrali."

Co-autori sono: Yi-Hua-Chen, Ph.D, autore principale e Jiunn-Horng Kang, MD

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha