Lesioni psoriasi Caricato con appena scoperte cellule immunitarie

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio di pazienti affetti da psoriasi dimostra che una cellula immunitaria recentemente scoperto, chiamato Th17, sembra essere un giocatore chiave nella malattia e si verifica in concentrazioni molto più elevate nella loro pelle che si verifica in pelle di individui sani.

Ricercatori della Rockefeller University James Krueger, D. Martin Carter Professor in Clinical Investigation e capo del Laboratorio di Investigative Dermatology, e Assistant Professor of Clinical Investigation Michelle Lowes pelle rispetto e sangue da persone sane a quelli di pazienti con psoriasi. Dopo la coltura dei campioni e di esaminare le cellule T helper - cellule immunitarie che aiutano coordinare la risposta immunitaria - Lowes e Krueger trovato che i soggetti sani hanno avuto una piccola popolazione di cellule Th17 nel sangue e ancor meno nella loro pelle. Ma mentre i pazienti affetti da psoriasi avevano un numero paragonabile di cellule Th17 nel loro sangue, la loro pelle era fino a tre volte il numero trovato nella pelle normale.

"La nostra ipotesi di lavoro è che siamo tutti in giro con alcune cellule Th17 traffico nella pelle, ma nella psoriasi ci sono molto di più di loro, e sono patogeni", spiega Lowes. Queste cellule producono molecole messaggere chiamate citochine che possono influenzare tutta una serie di funzioni immunitarie.




All'inizio di ricerca sulle cellule T e la psoriasi aveva suggerito che un altro tipo di cellule T, la cellula Th1, è stato un fattore primario nella malattia. Ma questo studio rafforza una teoria che, di fatto, le cellule Th17 possono essere un regolatore principale della psoriasi infiammazione e potrebbero, in sé, un buon bersaglio per futura ricerca farmaceutica. "Siamo entusiasti di mostrare la presenza di queste cellule nelle lesioni psoriasiche, e sono presenti in una maggiore quantità nella pelle che nel sangue", dice. "Pensiamo che potrebbero avere un ruolo molto importante nella patogenesi."

Journal of Investigative Dermatology on line: 17 Gennaio 2008 http://www.nature.com/jid/journal/vaop/ncurrent/abs/5701213a.html

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha