Lifetime 'dosi' di eccesso di peso legata al rischio di diabete

Aprile 18, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'obesità è un noto fattore di rischio per lo sviluppo di diabete di tipo 2. Ma non è stato chiaro se la "dose" di obesità - quanto peso in eccesso una persona ha, e per quanto tempo - influenza il rischio di diabete.

Un nuovo studio dell'Università del Michigan Health System di circa 8.000 adolescenti e giovani adulti mostra il grado e la durata di trasportare chili in più sono importanti fattori di rischio per lo sviluppo di diabete di tipo 2 in età adulta.

"Il nostro studio rileva che il rapporto tra il peso e il diabete di tipo 2 è simile al rapporto tra il fumo e il rischio di cancro ai polmoni", spiega autore principale dello studio Joyce Lee, MD, MPH, un endocrinologo pediatrico all'ospedale CS Mott bambini di UM . "La quantità di eccesso di peso che portate, e il numero di anni per i quali si portano, aumentare notevolmente il rischio di diabete."




Lo studio appare in linea davanti alla stampa nel numero di settembre di Archives of Pediatric Adolescent Medicine.

"Sappiamo che, a causa della epidemia di obesità infantile, giovani generazioni di americani sono sempre più pesanti molto prima nella vita, e stanno portando il peso supplementare per periodi più lunghi oltre la loro vita", dice Lee. "Quando si aggiungono i risultati di questo studio, i tassi di diabete negli Stati Uniti potrebbero aumentare addirittura superiore precedentemente previsto."

I ricercatori hanno trovato che una misura di grado e la durata di eccesso di peso (in base al numero di indice di massa del corpo anni, un calcolo di peso ed altezza di 25 o superiore) è un migliore indicatore di rischio di diabete di una singola misura di peso in eccesso. Un BMI superiore a 25 è considerato sovrappeso e oltre 30 è considerato obeso.

Lee e colleghi hanno anche scoperto che neri e ispanici rispetto agli individui bianchi avevano un rischio più elevato per il diabete, per una stessa quantità di eccesso di peso nel corso del tempo.

Ad esempio, gli individui con un BMI di 35 (10 punti superiore a quello di peso sano) per 10 anni sarebbero stati considerati di avere 100 anni di eccesso di BMI. Ispanici in questo gruppo sono stati il ​​doppio di probabilità di sviluppare il diabete rispetto ai bianchi, mentre i neri in questo gruppo ha avuto un anno e mezzo volte più a rischio rispetto ai bianchi.

Sulla base delle ultime scoperte, Lee suggerisce la prevenzione dell'obesità e gli sforzi di trattamento dovrebbe concentrarsi sugli adolescenti e giovani adulti, in particolare le minoranze razziali.

Inoltre, si ritiene che la misura e seguendo BMI e la "dose" cumulativa di un eccesso di BMI può essere utile per i medici ed i pazienti a rischio comprensione del diabete in futuro.

Prove da altre ricerche indicano che il BMI aumenta con l'età, e bambini che sono obesi hanno maggiori probabilità di diventare adulti obesi.

L'obesità è un collaboratore ben noto al diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari, disabilità e morte prematura.

Finanziamento: National Institute of Diabetes e Digestiva e Malattie renali e Clinical Sciences Scholars Program presso l'Università del Michigan.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha