Limitare i livelli di acidi grassi polinsaturi in gravidanza può influenzare il grasso corporeo dei bambini

Aprile 29, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori Southampton hanno dimostrato che le madri che hanno livelli più elevati di n-6 acidi grassi polinsaturi (PUFA), che si trovano negli oli e noci da cucina, durante la gravidanza hanno bambini più grassi.

Lo studio, condotto dal Medical Research Council (MRC) Lifecourse Epidemiology Unit, Università di Southampton, ha valutato il grasso e muscolo massa di 293 ragazzi e ragazze a quattro e sei anni, che fanno parte della Survey Southampton femminile (SWS), un grande prospettico di coorte madre-figli.

Le loro valutazioni sono state confrontate con le concentrazioni di PUFA che sono stati misurati in campioni di sangue prelevati dalle loro madri durante la gravidanza.




Lo studio, pubblicato nel numero di gennaio del Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, ha scoperto che i bambini nati da madri che avevano avuto maggiori livelli di n-6 PUFA durante la gravidanza avevano una maggiore massa grassa.

Dr Nicholas Harvey, Senior Lecturer in Epidemiology Unit MRC Lifecourse, Università di Southampton, che ha condotto la ricerca con il dottor Rebecca Luna, Clinical Research Fellow, commenta: "L'obesità è un problema crescente in questo paese e ci sono stati pochi studi di madre livelli di acidi grassi durante la gravidanza e la massa grassa figli. Questi risultati suggeriscono che le alterazioni a dieta materna durante la gravidanza per ridurre l'assunzione di n-6 PUFA potrebbe avere un effetto benefico sulla composizione corporea del bambino in via di sviluppo. "

I risultati dello studio hanno dimostrato anche le associazioni più deboli fra i livelli di una madre di n-3 PUFA, più comunemente noti come omega 3 e si trovano in olio di pesce, e la massa muscolare in loro prole - più alto è il livello di n-3 meno grassi e più muscoli e ossa nel bambino.

Questo potrebbe suggerire che una strategia supplementazione di gravidanza sarebbe utile. Tuttavia Dr Luna dice: "n-6 e n-3 PUFA sembrano agire in direzioni opposte sulla massa grassa, studi precedenti hanno tentato di utilizzare n-3 supplementazione a ridurre la massa grassa, ma i nostri risultati suggeriscono che un tale approccio potrebbe funzionare meglio quando combinato con una riduzione dietetico n-6 aspirazione ".

Il professor Cyrus Cooper, professore di Reumatologia e Direttore del MRC Epidemiology Unit Lifecourse, Università di Southampton, aggiunge: "Questo studio fa parte di un più ampio programma di ricerca presso l'Unità di Epidemiologia e Università di Southampton MRC Lifecourse in cui stiamo cercando di capire come fattori come la dieta e stile di vita nella madre durante la gravidanza, e del bambino nella prima infanzia, influenzare la composizione corporea e le ossa lo sviluppo di un bambino. Questo lavoro dovrebbe aiutarci a progettare interventi mirati ad ottimizzare la composizione del corpo durante l'infanzia e l'età adulta più tardi e quindi migliorare la salute delle generazioni future. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha