Limitare proteine ​​o alcuni aminoacidi prima della chirurgia può ridurre il rischio di complicanze chirurgiche

Giugno 6, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Limitare alcuni nutrienti essenziali per diversi giorni prima di chirurgia-o proteine ​​o aminoacidi, può ridurre il rischio di gravi complicanze chirurgiche come infarto o ictus, secondo un nuovo Harvard School of Public Health (HSPH) studio.

Lo studio appare nel 25 Gennaio 2012 di Science Translational Medicine.

"Restrizione cibo come un modo per aumentare la resistenza allo stress può sembrare controintuitivo, ma in realtà i nostri dati indicano che lo stato ben nutrito è quello più sensibili a questo tipo di lesioni", ha detto James Mitchell, assistente professore di genetica e malattie complesse a HSPH.




I ricercatori, guidati da Mitchell e Wei Peng, ex borsista postdottorato HSPH, hanno analizzato due gruppi di topi. Un gruppo è stato permesso di mangiare normalmente per 6 a 14 giorni; l'altro gruppo è stato dato una dieta priva di proteine ​​o privi di un unico aminoacido (gli aminoacidi sono i mattoni delle proteine). Entrambi i gruppi sono stati poi sottoposti a stress chirurgico che potrebbero danneggiare i reni o al fegato. Nei topi che sono stati autorizzati a mangiare come al solito, circa il 40 per cento è morto. I topi privi di acidi proteica e amino tutti sopravvissuti.

I ricercatori hanno anche scoperto che la rimozione del gene che rileva i livelli di qualsiasi tipo di amminoacido eliminato l'effetto protettivo. Ciò suggerisce che il percorso attivato da amminoacido carenza-piuttosto che l'assenza di un particolare aminoacido è responsabile per i benefici osservati, e apre il potenziale per il targeting farmaci verso quel percorso.

I risultati sono importanti perché individuare proteine ​​come sostanza importante eliminare dalla dieta prima dell'intervento chirurgico per evitare complicazioni. Rischio di ictus correlato alla chirurgia cardiovascolare varia da 0,8% a 9,7%, a seconda della procedura. Rischio di attacco di cuore è del 3% al 4%.

In numerosi studi su animali nel corso degli ultimi decenni, gli scienziati hanno scoperto che le restrizioni alimentari a lungo termine può migliorare la salute e allungare la vita. I vantaggi includono una maggiore resistenza allo stress, infiammazione ridotta, una migliore regolazione dello zucchero nel sangue, e la salute e una migliore cardiovascolare molti di questi benefici si estendono per l'uomo. C'è dibattito, tuttavia, sul fatto che i vantaggi derivano dalla fonte delle calorie (grassi, zuccheri, o proteine) o semplicemente calorie totali. Recenti ricerche sui moscerini della frutta hanno dimostrato i benefici della limitazione proteica. Lo studio mirava a HSPH fornire ulteriori chiarezza determinando i benefici della restrizione proteica o aminoacidi nei roditori.

Come passo successivo, Mitchell ei suoi colleghi cercheranno di determinare se precondizionamento dieta funziona così ridurre il rischio di chirurgia correlata negli esseri umani, come ha fatto nei topi. Hanno preso misure di pianificazione primi con i colleghi al Brigham and Women Hospital di Boston su uno studio clinico di pazienti sulle diete privo di proteine ​​prima di un intervento chirurgico. Se i benefici sono confermati nell'uomo, può essere possibile eseguire interventi chirurgici con significativamente ridotto rischio di complicanze.

Questo studio è stato sostenuto dal National Institute on Aging e il National Institute of Diabetes e Digestiva e Malattie renali (parte del National Institutes of Health), Ellison Medical Foundation, l'American Federation for Aging Research, e la William F. Milton Fund.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha