Limiti di obesità efficacia dei vaccini contro l'influenza, secondo uno studio

Marzo 13, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le persone che trasportano chili di troppo possono avere bisogno di una protezione extra da influenza.

Una nuova ricerca della University of North Carolina a Chapel Hill dimostra che l'obesità può rendere influenza scatti annuali meno efficace.

I risultati, pubblicati online 25 Ottobre, 2011, in sull'International Journal of Obesity, fornisce prove spiegare un fenomeno che è stato notato per la prima volta durante il 2009 H1N1 epidemia di influenza: che l'obesità è associata ad una risposta immunitaria alterata per influenza la vaccinazione negli esseri umani.




"Questi risultati suggeriscono che le persone in sovrappeso e obesi sarebbero più probabilità rispetto alle persone di peso sano per vivere influenza la malattia a seguito di esposizione al virus dell'influenza", ha detto Melinda Beck, Ph.D., professore e presidente associato di nutrizione presso la Scuola UNC Gillings di Global Health pubblica e autore senior dello studio.

"Precedenti studi hanno indicato la possibilità che l'obesità potrebbe compromettere la capacità del corpo umano per combattere i virus influenzali. Questi nuovi risultati sembrano darci un motivo per cui le persone obese sono più suscettibili alla malattia influenzale durante la pandemia H1N1 rispetto alle persone di peso sano."

Le relazioni di studio per la prima volta che i livelli di anticorpi vaccino influenzale diminuiscono significativamente nelle persone obese rispetto agli individui peso sano. Cosa c'è di più, le risposte delle cellule T CD8 + (un tipo di globuli bianchi che svolge un ruolo chiave nel sistema immunitario del corpo) sono difettosi in persone più pesanti.

I ricercatori hanno studiato persone in una clinica UNC che erano stati vaccinati alla fine del 2009 con il vaccino trivalente influenzale inattivato, il vaccino contro l'influenza comune per l'autunno e l'inverno la stagione. Anche se il peso individui obesi, sovrappeso e sani tutti sviluppati anticorpi contro i virus influenzali entro il primo mese dopo la vaccinazione, i livelli di anticorpi nel sangue è diminuito più rapidamente nei soggetti obesi e in sovrappeso nel tempo.

Circa il 50 per cento dei partecipanti obesi ha avuto un calo di quattro volte dei livelli di anticorpi a 12 mesi rispetto a un mese dopo la vaccinazione. Tuttavia, meno del 25 per cento dei partecipanti peso sano ha avuto un calo di quattro volte dei livelli di anticorpi.

Inoltre, quando i campioni di sangue dei partecipanti di studio 'sono stati testati in laboratorio e esposti a un virus influenzale 12 mesi dopo la vaccinazione, circa il 75 per cento delle cellule T CD8 + peso sano della gente ancora espresso interferone ?, una proteina che combattono le infezioni. Tuttavia, solo circa il 25 per cento di cellule obesi pazienti risposto producendo la proteina.

Quando la vaccinazione non riesce a prevenire l'infezione influenzale, le persone devono affidarsi in parte loro cellule CD8 + T per limitare la diffusione e la gravità delle infezioni, ha detto Patricia Sheridan, Ph.D., professore assistente di ricerca di nutrizione e un autore sulla carta.

"Se i titoli anticorpali non vengono mantenute nel tempo CD singoli e memoria obesi + funzione delle cellule T è compromessa, possono essere più a rischio di ammalarsi di influenza", ha detto Sheridan.

Heather Paich, uno studente di dottorato nel laboratorio di Beck, ha aggiunto: "I risultati suggeriscono che anche le persone in sovrappeso e obese hanno maggiori probabilità di diventare malati e avere più complicazioni Questo perché le cellule specifiche per influenzali CD8 + T non proteggono contro l'infezione, ma invece agire a. limitare la progressione della malattia e la gravità della malattia. "

Nel 2005, Beck ei suoi colleghi hanno riferito che l'obesità nei topi compromessa capacità degli animali di combattere le infezioni influenzali e ha aumentato la percentuale di morire di influenza, rispetto ad appoggiarsi topi con le stesse infezioni. Nel 2010, il suo team ha dimostrato che l'obesità sembra limitare la capacità dei topi di sviluppare l'immunità per l'influenza, suggerendo vaccini possono non essere altrettanto efficace in obesi e sovrappeso, come negli esseri umani peso sano. Inoltre, il tasso di mortalità è stata più elevata nei topi obesi - nessuno dei topi magra è morto, ma il 25 per cento dei topi obesi è morto.

"Questo ultimo studio dimostra che le persone obese possono avere una simile risposta alterata di vaccini contro l'influenza come i nostri modelli di mouse fatto di virus dell'influenza," Beck ha detto. "Abbiamo bisogno di continuare a studiare l'effetto dell'obesità sulla capacità di combattere le infezioni virali. L'influenza è una grave minaccia per la salute pubblica, uccidendo fino a mezzo milione di persone l'anno in tutto il mondo. Mentre i tassi di obesità continuano ad aumentare, il numero di morti l'influenza potrebbe salire troppo. Abbiamo bisogno di capire meglio questo problema e cercare soluzioni. "

Insieme con Beck, Sheridan e Paich, altri grandi nutrizione autori dello studio UNC erano Erik A. Karlsson, ora un socio di ricerca post-dottorato, presso Ospedale dei Bambini St. Jude, e Aileen B. Sammon e Lara Olanda, che erano studenti al momento. Altri autori sono stati Michael G. Hudgens, Ph.D., la ricerca professore associato di biostatistica nella scuola di sanità pubblica; e Jean Handy, Ph.D., professore associato di microbiologia e immunologia, Samuel Weir, MD, clinica professore associato di medicina di famiglia, e Terry L. Noah, MD, professore di pediatria, tutti dalla Facoltà di Medicina UNC.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha