Linee guida di pratica clinica rivisti per ottimizzare la gestione di epatite C

Giugno 22, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'Associazione Europea per lo Studio del Fegato (EASL) pubblica oggi le riviste Clinical Practice Guidelines (CPG) sulla gestione dell'infezione da virus dell'epatite C (HCV) (1). Le linee guida EASL, che sostituiscono la precedente versione pubblicata nel 2011, sono progettati per aiutare i medici e altri operatori sanitari di ottimizzare la gestione dei pazienti con HCV acuta e cronica.

Si stima che circa 160 milioni di persone, vale a dire il 2,35% della popolazione mondiale, sono cronicamente infettati con HCV. Nella sola Unione europea, tra 7,3 e 8,8 milioni di persone sono infettate con HCV, il doppio della precedente stima fatta nel 1997. La prevalenza varia in tutta la regione con più alti tassi osservati nel sud e ad est, facendo HCV un'area critica di attenzione per epatologi come un quinto dei pazienti con infezione da HCV sono a rischio di sviluppare cirrosi o cancro del fegato (2).

HCV CPG co-presidente revisore e consulente epatologo al Queen Elizabeth Hospital di Birmingham, il professor David Mutimer ha detto: "Come la nostra comprensione di aumenti di HCV e terapie si evolvono, le strategie di trattamento più complesse sono necessari per raggiungere l'obiettivo primario di curare l'infezione.




"Dal momento che EASL ha pubblicato l'ultima HCV CPG nel 2011, due inibitori della proteasi sono stati approvati per l'uso in pazienti con infezione da HCV di genotipo 1. Questi farmaci antivirali ad azione diretta di prima generazione sono il primo di molti che agiscono diretti farmaci antivirali che rivoluzioneranno il trattamento per l'HCV i pazienti, compresi quelli che non hanno risposto alle terapie precedenti. Le nuove linee guida forniscono informazioni essenziali sull'utilizzo consigliato di questi farmaci di nuova licenza per aiutare i medici fornire cure ottimali per i loro pazienti HCV. "

Sulla base di una revisione sistematica della letteratura esistente, le CPGs forniscono raccomandazioni di buone pratiche su una serie di settori chiave:

  • Attuale standard di cura e terapie in via di sviluppo
  • Diagnosi di acuta e cronica da epatite C
  • Obiettivi e punti finali della terapia HCV
  • Indicazioni per il trattamento e che devono essere trattati
  • Le strategie di trattamento per i diversi genotipi virali
  • Monitoraggio Trattamento compresi virologica risposta guidata triple, e duplice terapia
  • Sicurezza del trattamento di monitoraggio
  • Il trattamento dei gruppi speciali, tra cui co-infezione HIV, epatite B co-infezione e di pazienti con altre patologie come la malattia epatica grave

Le linee guida contengono anche la discussione significativa di persone che si iniettano droghe (PWid) che forniscono una panoramica della letteratura pubblicata in materia di trattamento di questi pazienti, e che coprono temi come:

  • Re-infezione da HCV in seguito al trattamento di successo nei pazienti ad alto rischio (ad esempio PWid)
  • L'onere di HCV cronica e malattia epatica avanzata tra invecchiamento coorti di PWid

Professor Mutimer ha aggiunto: "Con la diffusione dell'HCV tra PWid ora rappresentano la stragrande maggioranza dei casi incidenti nei paesi sviluppati, e con studi di modellizzazione suggeriscono che il trattamento per PWid potrebbe ridurre la trasmissione, è fondamentale che i medici revisione e di adottare queste linee guida nella gestione di questo importante gruppo di pazienti ".

Commentando i CPGs, EASL Segretario Generale il professor Markus Peck-Radosavljevic ha detto "EASL è dedicata alla promozione della ricerca epatologia e istruzione per migliorare il trattamento di tutto il mondo della malattia epatica. Poiché il trattamento per l'epatite C continua a progredire rapidamente con lo sviluppo e l'approvazione di nuove terapie , è fondamentale garantire che la nostra serie di Clinical Practice Guidelines riflettere le migliori pratiche per migliorare i risultati clinici.

"Come ci sono stati diversi importanti progressi clinici e scientifici nel corso degli ultimi due anni, queste linee guida si basano sulle raccomandazioni riportati dal panel HCV EASL di esperti nel 2011. EASL incoraggiare i medici a fare riferimento a questi nuovi orientamenti HCV per i più up-to , metodi di prova basati -date di offrire ai pazienti un trattamento di prima classe. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha