Livelli più elevati di nicotina nei bambini esposti al fumo passivo in casa

Aprile 29, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova ricerca pubblicata nel Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, una rivista della American Association for Cancer Research, sostiene gli sforzi iniziativa mondiale della sanità di un divieto di fumare a casa, secondo i ricercatori della Johns Hopkins University.

In particolare, le concentrazioni di nicotina capelli erano più alti nei bambini esposti al fumo passivo in casa, e il più giovane dei figli, maggiore è la concentrazione sotto lo stesso livello di esposizione al fumo passivo a casa.

"Questo studio fornisce sufficienti elementi di prova a sostegno divieti fuma in casa, specialmente nelle case con bambini piccoli", ha detto Sungroul Kim, Ph.D., ricercatore associato presso l'Istituto per il controllo globale del tabacco alla Bloomberg School of Public Health Johns Hopkins.




Kim e colleghi hanno utilizzato le concentrazioni di nicotina capelli come biomarker di esposizione al fumo passivo, perché è meno influenzato da variazioni di esposizione giorno per giorno rispetto alla presenza di nicotina in altri campioni di liquido corporeo.

Lo studio ha incluso 1.284 bambini provenienti da 31 paesi in America Latina, Asia, Europa dell'Est e Medio Oriente.

Tra le case con alte concentrazioni di nicotina nell'aria interna (più di 10 mg/m3 a fronte di meno di 0,01 mg/m3), le donne aveva tre volte il livello di concentrazione dei capelli di nicotina; i bambini hanno avuto un aumento di 6,8 volte delle concentrazioni di capelli nicotina.

Inoltre, i bambini che erano di età inferiore ai 6 anni avevano livelli più alti del 12 per cento della concentrazione di nicotina rispetto a quelli che erano più anziani. Coloro che ha trascorso più di 19 ore al giorno a casa avevano livelli 15 per cento più elevati di concentrazione di nicotina nei capelli di quelli che ha speso meno di 19 ore al giorno a casa dopo aver regolato le altre variabili esplicative.

"Chiaramente i bambini più piccoli sono i più a rischio, questo è un invito all'azione a livello globale", ha detto Kim.

Questi risultati sono stati pubblicati come parte di una particolare attenzione sul tabacco nel numero di dicembre di Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha