Lo sviluppo del cervello anormale nei feti di donne obese

Giugno 21, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno studio che sarà presentato il 15 febbraio 08:00-10:00 PST, alla società per la riunione di Medicina Materno-fetale annuale, The Pregnancy Meeting ™, a San Francisco, in California, i ricercatori della Tufts Medical Center presenterà i risultati che mostra gli effetti dell'obesità materna su un feto, in particolare nello sviluppo del cervello.

Lo studio, condotto presso la Madre Infant Research Institute (MIRI) presso la Tufts Medical Center di Boston, Mass., Guardò lo sviluppo del feto di 16 donne in gravidanza, otto obesi e otto magra, per vedere quali effetti obesità materna aveva sull'espressione genica del feto . I ricercatori hanno scoperto che i feti di donne obese avevano differenze di espressione genica già a partire dal secondo trimestre, rispetto ai feti di donne che erano un peso sano. Di particolare rilievo sono stati i modelli di espressione genica indicativi di sviluppo cerebrale anormale nei feti di donne obese.

Durante la gestazione, i feti passare attraverso l'apoptosi, un processo di sviluppo di morte cellulare programmata. Tuttavia, i feti delle donne obese sono stati osservati per avere diminuito l'apoptosi, che è una parte importante del normale sviluppo neurologico del feto. Dr. Diana Bianchi, autore senior dello studio e direttore esecutivo di MIRI, descrive l'apoptosi come un processo di potatura, sgombrare lo spazio per una nuova crescita.




"Le donne non saranno sorpresi di sentire di essere obesi durante la gravidanza può portare ad obesità nel bambino", ha detto il dottor Andrea Edlow, autore principale dello studio e compagno in Maternal-Fetal Medicine presso la Tufts Medical Center. "Ma ciò che potrebbe sorprenderli è l'effetto potenziale che ha sullo sviluppo del cervello del loro bambino non ancora nato."

E 'troppo presto per conoscere le implicazioni dei loro risultati, ma l'obesità materna è un problema in rapida crescita negli Stati Uniti, con una donna su tre di essere obesi al momento del concepimento. La conclusione dei punti di studio al ruolo degli studi di espressione genica come questo per aiutare a chiarire i possibili meccanismi di recente descritte anomalie dello sviluppo neurologico post-natale nei bambini di donne obese, tra cui un aumento dei tassi di autismo e di alterata regolazione dell'appetito ipotalamica.

Il team di ricerca spera i loro risultati ei dati futuri spingere le donne alla ricerca di una gravidanza per essere più sani, riducendo al minimo il rischio per il loro bambino.

DRS. Bianchi e Edlow, dicono che il prossimo passo nella loro ricerca sarà quello di utilizzare un modello di topo per esaminare i geni che sono differenzialmente espressi nei feti di donne obese, i geni che possono essere coinvolti in abnorme sviluppo neurologico del feto.

Oltre a Edlow e Bianchi, la ricerca è stata condotta da Neeta Vora di Tufts Medical Center e University of North Carolina Divisione di Medicina Materno-fetale .; Lisa Hui, di Tufts Medical Center, Madre Infant Research Institute, Boston, Mass .; Heather Wick, della Tufts University Dipartimento di Informatica, Medford, Mass .; e Janet Cowan, del Tufts Medical Center Dipartimento di Patologia, Boston, Mass.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha