Lunga durata d'azione per via inalatoria terapie, ossigeno supplementare, Pulmonary Rehabilitation, Benefit pazienti BPCO, Relazione Uniti

Maggio 6, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'American College of Physicians (ACP) ha rilasciato oggi un nuovo guida di pratica clinica sulla diagnosi e il trattamento della malattia polmonare ostruttiva cronica stabile (BPCO), una malattia polmonare lentamente progressiva che coinvolge le vie respiratorie e tessuto polmonare, con conseguente progressiva perdita della funzione polmonare, in genere come risultato di fumare.

La BPCO colpisce più del 5 per cento della popolazione adulta degli Stati Uniti ed è la quarta causa di morte e dodicesimo principale causa di malattia. I sintomi di gamma BPCO da tosse cronica e dispnea a sintomi più gravi, come la mancanza di respiro e significativa limitazione di attività.

Il termine BPCO comprende sia l'enfisema e la bronchite cronica. I medici spesso usare il BPCO più ampio termine, dal momento che i pazienti affetti hanno spesso componenti di entrambi i processi.




La linea guida offre sei raccomandazioni, tra cui:

  • In pazienti con sintomi respiratori, particolarmente respiro corto, spirometria (una semplice prova in cui una persona soffia in una macchina che misura la quantità di gas insufflato in essa per un periodo di tempo) devono essere eseguite per diagnosticare ostruzione. Spirometria non deve essere usato per individuare ostruzione delle vie aeree in soggetti asintomatici.
  • Il trattamento della BPCO stabile dovrebbe essere riservato a pazienti che hanno sintomi respiratori e volume espiratorio forzato in un secondo (FEV1) meno del 60 per cento previsto, come documentato dalla spirometria.
  • Per i pazienti sintomatici con BPCO e FEV1 inferiore al 60 per cento previsto, i medici dovrebbero prescrivere в-agonisti per via inalatoria a lunga durata, lunga durata d'azione anticolinergici per via inalatoria o corticosteroidi per via inalatoria.
  • I medici dovrebbero prescrivere la terapia di ossigeno nei pazienti con BPCO e livelli insufficienti di ossigeno nel sangue circolante, mentre a riposo.

"L'evidenza non supporta l'utilizzo spirometria come strategia diagnostica per gli individui non denunciare sintomi respiratori", ha detto Steven Weinberger, MD, FACP, Senior Vice President, Medical Education ed editoria a ACP, e autore della guida. "Tuttavia, l'aggiunta di spirometria a esami clinici per gli individui con sintomi respiratori, in particolare la mancanza di respiro, ha dimostrato i benefici."

La linea guida si basa su una revisione sistematica evidenze degli studi pubblicati da Timothy J. Wilt, MD, MPH, e l'Agenzia per la Ricerca Sanitaria e Qualità sponsorizzato rapporto prove Practice Center Evidence-based Minnesota.

"E 'importante che tutti gli individui con BPCO di smettere di fumare per prevenire la progressione della malattia", ha detto il dottor Weinberger. "Certo, anche i fumatori senza BPCO dovrebbero smettere di fumare per ridurre il rischio sia di BPCO e cancro ai polmoni. Non è mai troppo tardi per smettere."

Il target per la guida è tutti i medici e la popolazione di pazienti target è tutti gli adulti con BPCO.

Di seguito sarà pubblicato nel del 6 novembre 2007, edizione di Annals of Internal Medicine e sarà a disposizione del pubblico presso http://www.annals.org:

Riferimento: Diagnosi e gestione della malattia polmonare ostruttiva cronica stabile: A Clinical Practice Guideline dell'American College of Physicians, gestione della malattia polmonare ostruttiva cronica stabile: una revisione sistematica per una linea guida pratica clinica è pubblicato in 6 Novembre 2007, questione di Annals of Internal Medicine.


(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha