Luogo di grasso corporeo Influisce rischio di coaguli di sangue nelle Uomini, Donne

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il rischio di coaguli di sangue pericolo di vita aumenta con l'obesità, ma può dipendere anche la posizione del grasso corporeo in eccesso e di genere. Le donne sono a rischio più elevato quando portano chili in più sui loro fianchi, mentre gli uomini sono a rischio elevato quando il grasso è intorno alla vita. La ricerca dei risultati sfida che ha suggerito una maggiore circonferenza fianchi è protettivo contro i coaguli di sangue.

La posizione di chili in più sembra influenzare il rischio di coaguli di sangue nelle persone di mezza età, ma colpisce uomini e donne in modo diverso, i ricercatori segnalano in circolazione: Journal of American Heart Association. In uno studio prospettico di 10 anni, gli scienziati danesi hanno valutato la relazione tra massa corporea, la distribuzione del peso e l'incidenza di coaguli di sangue nelle vene, una condizione nota come tromboembolismo venoso (TEV), tra gli 27.178 uomini e 29.876 donne di età 50-64 anni a nello studio. VTE comprende la trombosi venosa profonda ed embolia polmonare. Durante lo studio 10 anni, 641 eventi di TEV si sono verificati in base alle cartelle cliniche.

Tromboembolia, un'importante causa di malattia e morte negli adulti, si verifica quando un coagulo si libera a bordo di un sanguigno e blocca un altro - di solito dalle gambe ai polmoni.




La squadra danese ha trovato statisticamente significative associazioni positive tra VTE e tutte le misure di dimensioni del corpo, tra cui il peso corporeo, indice di massa corporea (BMI), la massa totale di grasso corporeo, circonferenza vita e circonferenza fianchi, tra uomini e donne. Le associazioni erano gli stessi indipendentemente dal tipo di VTE.

I ricercatori hanno osservato una relazione diretta tra VTE e la distribuzione del peso in entrambi i sessi. Quando aggiustato per la vita e la circonferenza fianchi, circonferenza fianchi è positivamente associato con TEV nelle donne ma non degli uomini, mentre la circonferenza della vita è positivamente associato con TEV negli uomini ma non le donne.

Questa relazione era indipendente da altri fattori di rischio, come il fumo, l'attività fisica, l'altezza, l'ipertensione, il diabete, il colesterolo, e, tra le donne, l'uso della terapia ormonale sostitutiva.

"Il BMI è un indicatore di eccesso di peso e correla bene con il corpo contenuto di grassi negli adulti, tuttavia, non riesce a prendere in considerazione la distribuzione del grasso corporeo", ha detto Marianne Tang Severinsen, MD, autore principale dello studio e ricercatore presso il Dipartimento di Epidemiologia Clinica presso Aarhus University Hospital di Aalborg, in Danimarca.

"Le implicazioni per il pubblico sono che tutti i tipi di obesità aumentano il rischio di TEV, ma la posizione del grasso corporeo gioca anche qualche ruolo sconosciuto. Per gli operatori sanitari, l'implicazione è che dovrebbero essere presi in considerazione tutti i tipi di distribuzione del grasso nel valutare rischio di TEV. "

I risultati, che dovrebbero aiutare i medici a migliorare la valutazione del rischio, sfidare ricerche precedenti suggeriscono che grande circonferenza fianchi potrebbe essere protettivo contro la trombosi arteriosa. "Il nostro studio dimostra chiaramente che questo non è il caso di trombosi venosa,", ha detto Severinsen.

I nuovi risultati non includono le differenze tra i tipi di tessuto adiposo. Ma i risultati indicano che vi è una certa differenza tra il tipo di distribuzione del grasso in VTE rispetto alla malattia coronarica. Obesità periferica misurata dalla circonferenza fianchi non è stata precedentemente riportata in associazione con la malattia coronarica, ha detto. "Fino ad ora, l'importanza della distribuzione del grasso e del rischio di TEV non è stata valutata", ha detto Severinsen. "La nostra ipotesi è che il tessuto grasso era un fattore di rischio per TEV, indipendente dalla distribuzione del grasso, e abbiamo stabilito questo."

Severinsen ha detto sono necessari ulteriori studi per spiegare il meccanismo alla base delle associazioni.

Limiti dello studio includono eventuale variazione di peso dei partecipanti durante il follow-up, in particolare i partecipanti obesi che hanno guadagnato più peso di partecipanti più snella, che avrebbe potuto portare i ricercatori a sottovalutare l'effetto di obesità.

La Fondazione Herta Christensens Ricerca e danese Obesity Research Center (DanORC) finanziato lo studio.

Co-autori sono: Sшren Risom Kristensen, MD, MDSC .; Sшren Paaske Johnsen, M.D., Ph.D .; Claus Dethlefsen, M.Sc., Ph.D .; Anne Tjшnneland, M.D., D.M.Sc. e Kim Overvad, M.D., Ph.D.

(0)
(0)
Articolo precedente UK SEO Consultant

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha