Malaria in gravidanza: passo verso un nuovo vaccino

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il loro lavoro è stato pubblicato negli atti del giornale della National Academy of Sciences.

Nelle aree endemiche dove la malaria è diffusa, le vittime principali sono i bambini di meno di tre anni. Questo perché gli adulti acquisiscono, nel corso della loro vita, una immunità che li protegge contro il parassita. Tuttavia, le donne in gravidanza, soprattutto nel corso di una prima gravidanza, hanno reazioni potenzialmente fatali a P. falciparum. I parassiti impediscono anche gli scambi di gas e sostanze nutritive attraverso la placenta, portando quindi ad aborti spontanei, parti prematuri e neonati con troppo basso peso alla nascita, che sono gravi condizioni nei paesi dove la mortalità infantile è molto alta nel primo anno.

Dopo un morso da una zanzara infettiva, i primi parassita moltiplica nel fegato, prima di entrare nel flusso sanguigno dove invade eritrociti (o globuli rossi). Il parassita modifica quindi rapidamente la superficie della sua eritrociti host con uno dei sessanta proteine ​​variabili della PfEMP1 (Plasmodium falciparum eritrociti Membrane Protein 1) famiglia. Queste proteine ​​proteggono il parassita dalla risposta immunitaria dell'ospite e consentono di aderire alle cellule dell'ospite. La gravità della malaria associata alla gravidanza (PAM) è stata associata con la capacità di eritrociti parassitizzate lega ad uno zucchero presente nella placenta, condroitin solfato A (CSA). Dopo diverse gravidanze, le donne acquisiscono gli anticorpi protettivi che bloccano CSA vincolante.




Una delle strategie potenziali di vaccinazione per PAM è quello di ricreare questa immunità protettiva, bloccando il legame di eritrociti parassitizzate alla placenta. Precedente lavoro svolto dal team guidato da Benoоt Gamain, CNRS ricercatore presso le basi Unitй Gйnйtiques et des Molйculaires Interazioni de la Cellule Eucaryote (Institut Pasteur), ha dimostrato che una delle proteine ​​della famiglia PfEMP1, noto come var2CSA, svolge un ruolo importante in PAM. È quindi il primo obiettivo per un vaccino. Tuttavia, la proteina var2CSA mostra notevole polimorfismo, è molto grande e ha una struttura molto complessa. Queste caratteristiche hanno finora impedito ricercatori di riprodurre in laboratorio e studiare, a spiegare la sua struttura e dei suoi meccanismi di azione. Solo "pezzi" selezionate di proteine ​​coinvolte in queste aree vincolanti, conosciute come domini, sono stati sintetizzati.

Gamain ei suoi colleghi hanno, per la prima volta, riuscito a produrre l'intera proteina var2CSA allo scopo di studiare esso. Questa proteina ha mostrato specifica, legame CSA alta affinità, più di mille volte superiore a quella dei semplici domini sintetizzati in precedenza. Quindi è davvero una proteina funzionale, con tutte le caratteristiche e le funzioni della proteina var2CSA espressa sulla superficie di eritrociti parassitate. Studi strutturali condotti in collaborazione con i ricercatori presso l'EMBL (European Molecular Biology Laboratory) di Grenoble, allora hanno permesso di osservare la struttura di questa proteina. Var2CSA ha una compatta piuttosto che una forma allungata, come è stato ipotizzato in precedenza, ed ha una tasca-CSA legame che è più probabilmente creato quando la proteina si ripiega su se stesso.

Per i ricercatori, questi risultati rappresentano un primo passo nella corsa per sviluppare approcci vaccinali o terapeutici volti a proteggere le donne durante la loro prima gravidanza così come i loro feti. Il loro lavoro, svolto nell'ambito del consorzio europeo "Premalstruct" guidato da Gamain, è ora di andare a concentrarsi sulla tasca-CSA vincolante, responsabile per l'adesione di eritrociti parassitizzate alle cellule della placenta.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha