Malattia infiammatoria intestinale geneticamente Linked To artrite (spondilite anchilosante)

Giugno 23, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori e clinici hanno ampiamente osservato un legame intrigante tra alcune malattie intestinali e alcune forme di artrite. In particolare, la malattia infiammatoria cronica dell'intestino (IBD) colpisce frequentemente i pazienti con spondilite anchilosante (AS), caratterizzato da infiammazione cronica della colonna vertebrale e delle articolazioni sacro-iliache. Separatamente, sia IBD e AS hanno dimostrato di funzionare in famiglie. Tuttavia, la predisposizione genetica specifica, e se è lo stesso per entrambe le malattie, rimane un mistero.

Per studiare i legami genetici tra IBD e AS, i cittadini islandesi sono una popolazione ideale. In contrasto non solo americani, ma la maggior parte degli altri europei, gli islandesi sono sorprendentemente omogeneo rispetto ai fattori ambientali, culturali, e genetici. Cosa c'è di più, l'Islanda vanta un ampio database genealogico, raccolte da deCODE Genetics, contenente annotazioni su ogni famiglia del paese, oltre a registri di tutti i pazienti con diagnosi di IBD e AS attraversa periodi di 50 anni, insieme a un sistema sanitario altamente accessibile.

Sfruttando queste risorse, i ricercatori della University Hospital Landspitali, Reykjavik, valutato la presenza di IBD e AS fra i parenti e il rischio di ereditare entrambi e entrambi i disturbi. I loro risultati, presentati nel numero di agosto 2007 della Arthritis & Rheumatism, forniscono prove convincenti di una componente genetica comune per IBD e AS.




Confrontando i dati su tutti gli islandesi che vivono con diagnosi di AS, 205 individui, e tutti con diagnosi di IBD, 1.352 individui, con il corpo di dati genealogici su oltre 790.000 islandesi, i ricercatori hanno trovato significativo raggruppamento di ciascuna condizione all'interno delle famiglie, che si estende su 6 generazioni. Per rafforzare questi risultati, hanno calcolato il rapporto di rischio di ciascun disturbo per un parente di una persona interessata, tra cui i coniugi, rispetto al rischio della popolazione nel suo complesso, per 10.000 gruppi di soggetti di controllo.

Essi hanno inoltre eseguito rapporti cross-rischio di AS per i parenti dei pazienti con IBD e di IBD per i parenti dei pazienti con AS. Infine, hanno calcolato il coefficiente di parentela (KC) - la probabilità che ogni 2 alleli, geni con posizioni specifiche su cromosomi specifici, sono ereditate da un antenato comune - per tutti i pazienti affetti da IBD e tutti i pazienti con AS, e comparati il KC valori con 100.000 gruppi di soggetti di controllo.

Primo, secondo, e terzo grado parenti di pazienti con AS hanno avuto rapporti di rischio di 94, 25, e 3.5, rispettivamente, che indica un aumentato rischio di sviluppare AS, mentre i parenti di primo, secondo e terzo grado dei pazienti con IBD avuto rapporti di rischio per IBD di 4.4, 2.2 e 1.4, rispettivamente. Oltre a confermare il rischio genetico per AS e IBD indipendente, lo studio ha rilevato elevati rapporti di cross-rischio tra IBD e AS in entrambi i parenti di primo e secondo grado.

I rapporti cross-rischio per IBD a parenti di primo e secondo grado di pazienti con AS erano 3.0 e 2.1, rispettivamente, e, in particolare, sono stati lo stesso per AS nei parenti di primo e secondo grado di pazienti con malattia infiammatoria intestinale. La stragrande maggioranza, i risultati applicati ai parenti di sangue. Rapporti di rischio per i coniugi erano zero insignificanti. L'unica eccezione è stato un aumento del rischio di avere la malattia di Crohn in coniugi di pazienti con malattia di Crohn, suggerendo il possibile ruolo di un fattore ambientale.

Sulla base dei valori KC, i pazienti con IBD sono stati più probabilità di essere legati gli uni agli altri oltre ai controlli di popolazione. Il KC è stato significativo in parenti fino alla quarta generazione. Simile ai risultati di analisi del rischio, ancora più forti relazioni tra AS pazienti erano evidenti i primi tre generazioni. Inoltre, i pazienti con malattia infiammatoria intestinale e pazienti con AS sono stati più strettamente legati gli uni agli altri, anche dopo l'esclusione dei parenti di secondo grado - nonni, nipoti e cugini di primo grado - che erano controlli di popolazione.

Anche se questo studio indica un legame ereditario tra il rischio di AS e IBD, la natura di questa anomalia genetica è speculativa. "I nostri risultati forniscono una forte evidenza che un approccio genetico-molecolare dovrebbe essere utilizzato in pazienti con queste malattie", osserva l'autore principale dello studio, il dottor Bjarni Thjodleifsson. "Se questo approccio avrà successo, questo aprirà la possibilità di individuare un evento fisiopatologico presto comune sia AS e IBD che possono essere suscettibili di trattamenti nuovi e selettivi."

Articolo: "un background genetico comune per malattia infiammatoria intestinale e spondilite anchilosante: A Study genealogico in Islanda," Bjarni Thjodleifsson, Бrni J. Geirsson, Sigurdur Bjцrnsson, e Ingvar Bjarnason, Arthritis & Rheumatism, agosto 2007; (DOI: 10.1002/art.22812).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha