Malattie cardiache: Avere Fattori di rischio elevati nei giovani adulti Alza Rischi tardi Troppo

Giugno 5, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Avendo di sopra dei livelli ottimali di fattori di rischio per le malattie cardiache tra i 18 ei 30 anni può significare un due a tre volte più a rischio di sviluppare in seguito calcio coronarico, un forte predittore di malattie cardiache, secondo i risultati di un nuovo studio dal National Heart , Lung, and Blood Institute (NHLBI) dei National Institutes of Health.

Anche se, in media, i fattori di rischio di malattia di cuore sono meno comuni in età adulta, elevati livelli di fattori di rischio a questa età prevedono lo sviluppo di malattie cardiache in seguito asintomatica meglio di livelli misurati più tardi, quando sono in genere superiori. Fumare, con indice di massa corporea elevato (BMI), o con sopra dei livelli ottimali di pressione arteriosa, colesterolo LDL "cattivo", e di zucchero nel sangue in età adulta sono legate allo sviluppo di depositi di calcio nelle arterie del cuore 15 anni dopo .

Altri studi hanno trovato che la quantità di calcio coronarico correla con la quantità di aterosclerosi o indurimento delle arterie coronarie ed è relativo a rischio di sviluppare malattie cardiache in futuro. Misurare il calcio coronarico è un modo non invasivo per determinare la malattia di cuore prima che diventi sintomatica.




"Questi risultati ci ricordano che dobbiamo iniziare a valutare il nostro rischio di malattie cardiache più presto possibile, con particolare attenzione alla prevenzione", ha detto Elizabeth G. Nabel, MD, direttore NHLBI. "Tutti i fattori di rischio che abbiamo valutato sono modificabili. I giovani adulti che raggiungere e mantenere i livelli dei fattori di rischio ottimale presto potrebbe entrare di mezza età con il cuore in buona salute."

Lo studio CARDIA inizialmente misurato livelli di fattore di rischio nel 1985 in un gruppo di 5.115 afro-americani e bianchi giovani adulti, tra i 18 ei 30 anni, che sono stati poi seguiti per 15 anni. Lo studio si è svolto in quattro città degli Stati Uniti: Birmingham, Ala, Chicago, Minneapolis, Minn, e Oakland, in California...

Per i giovani adulti con livelli ottimali di sopra di fattori di rischio, il rischio specifico di sviluppare calcio coronarico è stato:

  • Tre volte maggiore per le persone con glicemia superiore a 110 mg/dl, rispetto a coloro che avevano livelli di glucosio di 110 mg/dL o inferiore.
  • Due volte maggiore per chi ha un LDL "cattivo colesterolo superiore a 130 mg/dL, rispetto a quelli con 130 o meno mg/dL
  • Due volte maggiore per coloro che hanno fumato, rispetto a coloro che non fumava
  • Una volta e mezzo superiore per le persone con pressione sanguigna sopra 120/80 mm/Hg rispetto a quelli con pressione arteriosa di 120/80 mm/Hg o meno
  • Uno e mezzo volte maggiore per quelli con un BMI superiore a 25 kg/m2 rispetto a quelli con un BMI di 25 kg/m2 o meno.

Calcio coronarico è stato misurato mediante TAC, immagini di computer del torace, presa nel quindicesimo anno di studio, quando i partecipanti erano età da 33 a 45. Tra i 3043 partecipanti che sono stati analizzati, 9,6 per cento aveva rilevabile calcio coronarico. Calcio coronarico è stata più diffusa tra gli uomini rispetto alle donne, (il 15 contro il 5,1 per cento) e tra gli uomini bianchi rispetto agli uomini afro-americani (17,6 contro 11,3 per cento). Uomini e donne 40 a 45 anni erano due volte più probabilità di avere calcio coronarica rispetto a quelli da 33 a 39.

Linee guida per la valutazione del rischio di chiamata per il colesterolo da misurare a partire all'età di 20 anni, e per la pressione del sangue per misurare ogni due anni in età adulta. La glicemia deve essere misurata almeno ogni tre anni, a partire a 45 anni, e in precedenza per le persone a rischio.

"Come questo studio dimostra, stiamo imparando sempre di più sulle origini di malattie cardiache e come prevenirlo", ha detto Catherine Loria, PhD., Autore principale dello studio e epidemiologo nutrizionale con NHLBI. "Giovani uomini e donne dovrebbero lavorare con i loro medici per conoscere il loro rischio, e poi fare tutto il possibile per ridurlo, come mangiare una dieta sana e di essere fisicamente attivi", ha aggiunto.

Per aiutare a prevenire le malattie cardiache, gli individui dovrebbero evitare di fumare, cercano di raggiungere e mantenere un peso sano, scegliere una dieta a basso contenuto di sodio, grassi saturi, grassi trans e colesterolo, e ottenere almeno 30 minuti di moderata attività fisica di intensità su la maggior parte, o meglio tutti, i giorni della settimana.

Risultati del Coronary Artery Risk Development in Young Adults (CARDIA) studio sono pubblicati nel 24 Aprile 2007 numero del Journal of American College of Cardiology, che viene pubblicato on-line il 17 aprile

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha