Malattie del sangue Protegge contro la malaria in modo inaspettato, studio mostra

Maggio 15, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I bambini con una malattia ereditaria del sangue chiamato alfa talassemia rendono insolitamente piccoli globuli rossi che maggiormente causano una lieve forma di anemia. Ora, i ricercatori hanno scoperto che questo disturbo ha un vantaggio - che può proteggere i bambini contro uno dei più grandi assassini del mondo, la malaria, secondo un nuovo studio.

"Abbiamo fatto la sorprendente scoperta che il confezionamento di emoglobina in piccole quantità in più cellule è un vantaggio contro la malaria", afferma Karen Day, Ph.D., Professore e Direttore del Dipartimento di Medicina Parassitologia presso la NYU School of Medicine, che ha guidato la ricerca con i colleghi dell'Università di Oxford. L'emoglobina è la proteina che trasporta l'ossigeno nei globuli rossi.

La nuova ricerca mostra come i bambini con una lieve forma di alfa talassemia sono protetti contro pericolose per la vita anemia malarica. Lo studio, pubblicato nel numero di marzo della rivista PLoS Medicine, propone una risposta a un puzzle biologico che prima emerse più di 50 anni fa.




Alcuni 800 bambini che vivono in Papua, Nuova Guinea, hanno partecipato allo studio. La malaria è endemica in Papua Nuova Guinea e il 68 per cento dei bambini che vi abitano hanno talassemia. Dr. Day e il suo allora-Dottorando Freya J.I. Fowkes, e colleghi presso l'Università di Oxford, Papua Nuova Guinea Institute of Medical Research, e Swansea University, mostrano che un attacco di malaria grave causa la perdita di un terzo alla metà del numero totale dei globuli rossi, che numero in migliaia di miliardi per litro di sangue. I bambini con lieve alfa talassemia tollerati questa perdita enorme perché hanno cominciato con 10 a 20 per cento in più globuli rossi rispetto ai bambini non affetti.

"E 'davvero notevole, e così semplice. I bambini con alfa talassemia si sono adattati alla perdita di globuli rossi associata con la malattia malarica producendo più di queste cellule con meno emoglobina," dice il Dott Day. "Allora, questi bambini fanno meglio perché finire con più emoglobina totale quando hanno un attacco di malaria rispetto ai bambini normali," dice il Dott Day.

La malaria è un flagello per migliaia di anni. Il parassita che causa la malattia trascorre parte della sua vita all'interno di cellule umane globuli rossi, che vengono poi distrutti. Grave anemia si verifica in alcuni bambini con malaria quando la perdita di cellule del sangue porta a livelli di emoglobina inferiori a 50 grammi per litro.

Malaria affligge centinaia di milioni di persone, causando fino a 2 milioni di decessi ogni anno in Africa e in Asia. Molte delle vittime sono bambini. Nelle regioni del mondo in cui la malaria è endemica, le mutazioni sono sorte in popolazioni umane che permettono alle persone di sopravvivere. Tratto falciforme, ad esempio, protegge contro la malaria.

Quasi 60 anni fa, il famoso biologo evoluzionista JBSHaldane postulato che le talassemie erano comuni nelle popolazioni umane, perché protetti contro la malaria. Alpha talassemia è comune in Asia, Mediterraneo e Melanesia dove la malaria è o era prevalente. Negli anni 1990 ricercatori metà lavorano sulla costa settentrionale della Papua Nuova Guinea ha dimostrato che i bambini con lieve alfa talassemia, che ereditano le mutazioni nella parte "alpha" di geni di emoglobina da ciascun genitore, sono stati protetti contro la malaria. Questi bambini sono stati il ​​60 per cento meno probabilità di ottenere una grave anemia malarica rispetto ai bambini normali, ma il meccanismo di tale tutela era chiaro.

Dr. Day e colleghi hanno basato il loro nuovo studio su questa stessa popolazione di bambini. "Stiamo proponendo un meccanismo inaspettato di protezione contro una grave anemia malarica" ​​dice il Dott Day. "Abbiamo dimostrato che l'alfa talassemia sta dando al bambino un vantaggio ematologica, rendendo più globuli rossi.

Secondo la Human Genome Research Institute Nazionale, parte dei National Institutes of Health, la maggior parte delle persone con talassemia hanno forme più lievi della malattia, con vari gradi di anemia. La forma più grave di talassemia, che colpisce soprattutto le persone del Sud-Est asiatico, origine cinese e filippino, provoca la morte fetale o neonatale.

Gli autori dello studio sono: Karen P. Day; Freya J.I. Fowkes, che era uno studente Ph D nel laboratorio del Dr. Day ed è ora presso l'Istituto Walter ed Eliza di ricerca medica a Melbourne, in Australia; Angela Allen e David J. Weatherall, Università di Oxford; Steve Allen, Università di Swansea, e Michael Alpers, Papua Nuova Guinea Institute of Medical Research.

Lo studio è stato sostenuto da sovvenzioni dal Wellcome Trust, la Comunità europea e il Medical Research Council, e fondi provenienti NYU School of Medicine.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha