Malnutrizione diminuisce l'efficacia del trattamento HIV nelle donne africane in gravidanza

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In Uganda la prescrizione di tre (ARV) farmaci antiretrovirali, che mirano a sopprimere il virus per prevenire la progressione della malattia, hanno portato a enormi riduzioni dei tassi di mortalità da HIV. Tuttavia, la malattia non è l'unica piaga in Uganda, e un nuovo studio nel Journal of Clinical Pharmacology esplora l'impatto insicurezza alimentare può avere sul trattare le donne in stato di gravidanza.

Un team di ricerca US-ugandese ha esplorato la gravidanza affetto e la malnutrizione può avere sulla somministrazione di lopinavir/ritonavir (LPV/r) e efavirenz (EFV) droghe tra le donne con infezione da HIV in Tororo, Uganda.

Sangue e capelli campioni di 221 donne sono stati analizzati, rivelando che l'80% dei pazienti era malnutrita e il 26% ha perso peso durante la gravidanza. Media (mediana) indice di massa corporea è risultato essere solo 20,2 kg/m2.




Il team ha scoperto che, rispetto ai pazienti ben nutriti, esposizione al farmaco è stata ridotta in questi pazienti (LPV -33%, -15% EFV, ritonavir -17%).

"Questo studio di 221 donne in gravidanza e che allattano affetti da HIV con grave insicurezza alimentare in Uganda ha dimostrato che l'insicurezza alimentare influenza i parametri di esposizione al trattamento antiretrovirale", ha detto il dottor Imke Bartelink. "Rispetto ai dati precedentemente pubblicati da donne ben nutriti, l'insicurezza alimentare è associato ad una diminuzione dell'esposizione antiretrovirale che vanno dal 15% al ​​41% in questo gruppo di donne in gravidanza e allattamento, indipendentemente dallo stato di gravidanza."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha