Mammografie annuali da 40 anni Salva il 71 per cento più vite, spettacoli di studio

Aprile 12, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio mette in discussione le controverse raccomandazioni US Preventive Task Force Servizi per lo screening del cancro al seno, con i dati che mostra a partire in età più giovane e di screening più frequentemente si tradurrà in più vite salvate.

Lo studio ha analizzato gli stessi dati guardavano dalla task force, che ha rilasciato le sue linee guida sullo screening mammografico nel novembre 2009. Gli autori dello studio confrontato le raccomandazioni della task force per lo screening ogni due anni nelle donne 50-74 a linee guida dell'American Cancer Society di screening di ogni anno nelle donne 40-84.

Lo studio è stato condotto da Edward R. Hendrick, Ph.D., professore clinico di radiologia presso l'Università del Colorado School of Medicine, e Mark Helvie, MD, direttore del Breast Imaging presso l'Università del Michigan Comprehensive Cancer Center. Esso appare nel numero di febbraio di American Journal of Roentgenology.




Hendrick e Helvie utilizzati sei scenari modello di screening mammografico create dall'intervento Cancer and Surveillance Network Modeling. Questo è gli stessi dati di modellazione della task force considerato. Gli autori hanno confrontato le linee guida della task force a linee guida dell'American Cancer Society.

Essi hanno scoperto che se le donne cominciano mammografie annuali a 40 anni, riduce le morti per cancro al seno del 40 per cento. Quando lo screening inizia alle 50 e si verifica ogni anno, riduce le morti per cancro al seno del 23 per cento.

La differenza tra queste due strategie di screening si riduce al 71 per cento in più vite salvate con lo screening annuale con inizio alle 40.

"Linee guida Task force ha creato confusione tra le donne, portando alcuni a rinunciare del tutto mammografia. La mammografia è uno dei pochi strumenti di screening che ha dimostrato di salvare vite umane e la nostra analisi mostra che per la massima sopravvivenza, lo screening annuale con inizio alle 40 è meglio. Questo dati fornisce le donne più informazioni per effettuare una scelta informata sul programma di screening che è meglio per loro ", dice Helvie, professore di radiologia presso l'UM Medical School.

Come parte della loro raccomandazione, la task force ha sottolineato i potenziali danni mammografia può causare - compreso il dolore durante l'esame di screening e l'ansia da falsi positivi, che può portare a ulteriori immagini o biopsia.

Gli autori dello studio ha rilevato che in media le donne età 40-49 che sono proiettati ogni anno avranno una mammografia falso positivo una volta ogni 10 anni. Essi avranno chiesto indietro per ulteriori test una volta ogni 12 anni, e saranno sottoposti a una biopsia di falsi positivi una volta ogni 149 anni.

"La task force sottovalutata potenziali danni dello screening mammografico, ignorando il collaudato beneficio statisticamente significativo della mammografia di screening annuale a partire da 40 anni", dice Hendrick. "Inoltre, il pannello ha ignorato i dati più recenti, da programmi di screening in Svezia e in Canada che mostra che il 40 per cento dei decessi per cancro al seno sono evitato nelle donne che ricevono regolarmente la mammografia di screening. I nostri risultati di modellazione completamente d'accordo con questi risultati del programma di screening in termini di grandi dimensioni numero di donne vite salvate da regolare mammografia di screening ".

Statistiche cancro al seno:

209.060 americani saranno con diagnosi di cancro al seno di quest'anno e 40.230 moriranno dalla malattia, secondo l'American Cancer Society.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha