Mammografie: Rilevamento più di cancro al seno, può aiutare a valutare il rischio di cuore nei pazienti con malattia renale

Giugno 15, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Mammografie di routine possono mostrare i depositi di calcio arteriosi - che possono contribuire al rischio di malattie cardiache.

Mammografie di routine effettuati per lo screening del tumore al seno potrebbe servire un altro scopo oltre: rilevare calcificazioni nei vasi sanguigni dei pazienti con malattia renale avanzata, secondo uno studio che appare in un prossimo numero del Clinical Journal of American Society of Nephrology (CJASN).

Mammografie mostrano depositi di calcio nelle arterie mammarie in quasi due terzi delle donne con malattia renale allo stadio terminale (ESRD), secondo lo studio di W. Charles O'Neill, MD (Emory University, Atlanta). "Calcificazione delle arterie del seno è un marcatore specifico e utile di calcificazione vascolare mediale nella malattia renale cronica (CKD), e la sua prevalenza è notevolmente aumentata in ESRD e CKD avanzate," scrivono i ricercatori.




Depositi di calcio nelle arterie possono contribuire al alto tasso di morte per malattie cardiache in pazienti con insufficienza renale cronica e malattia renale all'ultimo stadio. Oltre a calcificazioni dello strato interno o "intimale" dei vasi sanguigni (aterosclerosi), calcificazioni possono verificarsi anche nel mezzo, o "mediale" strato. Questi depositi di calcio mediali possono contribuire al rischio di malattia cardiovascolare, rendendo le arterie più rigido, ma possono essere difficili da rilevare.

In un primo studio, il dottor O'Neill e colleghi hanno esaminato campioni di tessuto dell'arteria seno da 16 donne con malattie renali. Mentre tutti i campioni mostravano calcificazioni mediale dell'arteria seno, nessuno ha mostrato calcificazioni intimale.

Quando i ricercatori hanno esaminato la mammografia di routine eseguiti in 71 donne con malattia renale all'ultimo stadio, hanno trovato calcificazioni arteriose seno nel 63 per cento dei pazienti. Al contrario, in un gruppo abbinato di donne senza malattia renale, mammografie mostrano calcificazioni arteriose mammarie in appena il 17 per cento dei casi.

Trentasei per cento delle donne con malattie renali già calcificazioni arteriose seno su mammografie eseguite parecchi anni prima - prima della loro malattia renale avanzata per ESRD. Più del 90 per cento delle donne con calcificazioni dell'arteria seno ha avuto anche la prova di calcificazioni mediche in altri vasi sanguigni.

I depositi di calcio visto su mammografie potrebbe essere "un indicatore di calcificazioni vascolari generalizzate medico" nei pazienti con malattia renale, scrivono i ricercatori. I risultati supportano la teoria che CKD predispone a mediale calcificazione, che possono a loro volta, contribuiscono a malattie cardiovascolari.

Poiché la maggior parte delle donne con malattia renale cronica sono in un'età in cui si raccomanda di mammografie annuali, mammografie possono essere uno strumento utile per lo studio dello sviluppo e la progressione delle calcificazioni medici. O'Neill e colleghi richiedono ulteriori studi di depositi di calcio arteriosa in pazienti con malattie renali - in particolare se l'identificazione precoce e il trattamento potrebbe aiutare a ridurre il rischio associato di malattie cardiovascolari.

Lo studio ha alcuni limiti importanti, tra cui il numero relativamente piccolo di pazienti studiati.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha