Mangiare una dieta ricca di grassi può rapidamente danneggiare le cellule cerebrali che controllano il peso corporeo

Maggio 11, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'obesità tra le persone che consumano una dieta ricca di grassi può comportare lesioni ai neuroni, o cellule nervose, in una parte fondamentale del cervello che controlla il peso corporeo, secondo di un nuovo studio sugli animali gli autori.

I risultati sono stati presentati al 93 ° Meeting Annuale della Endocrine Society a Boston.

"La possibilità che lesioni cerebrali può essere una conseguenza del consumo eccessivo di una tipica dieta americana offre una nuova spiegazione del motivo per cui la perdita di peso duratura è così difficile per gli individui più obesi a raggiungere", ha detto presentando autore Joshua Thaler, MD, PhD, una facoltà membro con il diabete e l'obesità Centro di Eccellenza dell'Università di Washington a Seattle.




Thaler ed i suoi colleghi hanno studiato il cervello di roditori per il breve termine e lungo termine effetti di una dieta ricca di grassi. Dopo aver dato gruppi da sei a 10 ratti e topi una dieta ricca di grassi per periodi da un giorno a otto mesi, i ricercatori hanno effettuato dettagliata biochimica, imaging e l'ordinamento delle cellule analisi sul cervello degli animali.

Entro i primi tre giorni di consumo di una dieta che ha avuto un simile contenuto di grassi per la tipica dieta americana, i ratti hanno consumato quasi il doppio la loro solita quantità giornaliera di calorie, Thaler ha riferito. Ratti e topi alimentati la dieta ricca di grassi ha guadagnato peso durante lo studio. Questi roditori sviluppate infiammazione nell'ipotalamo, la parte del cervello contenente neuroni che controllano il peso corporeo. Allo stesso tempo, un gruppo di celle di sostegno chiamate cellule gliali e scavenger chiamato microglia accumulata nell'ipotalamo e sembrava attivarsi. Anche se questa risposta collettiva per l'infiammazione del cervello - chiamato gliosis - placata giorni dopo, si ricorreva dopo quattro settimane.

"Gliosi è pensato per essere l'equivalente del cervello di guarigione delle ferite e si osserva tipicamente in condizioni di danno neuronale, come l'ictus e la sclerosi multipla", ha detto Thaler. "Ipotizziamo che il primo gliosis che abbiamo visto può essere una risposta protettiva che non riesce nel corso del tempo."

Nei loro esperimenti, Thaler ha detto che anche rilevati danni a, e l'eventuale perdita di neuroni-peso di regolazione critiche. Questi neuroni, chiamati pro-opiomelanocortina (POMC) i neuroni, sono stati ridotti in numero per mese 8 della dieta ad alto contenuto di grassi nei topi, secondo Thaler. Questi risultati non erano presenti in roditori stessa età alimentati chow standard.

Non è ancora chiaro se questo presunto danno neuronale è permanente, ma può contribuire all'aumento di peso, ha dichiarato.

Questa ricerca, che è stato finanziato dal National Institute of Diabetes e Digestiva e Malattie renali, fornisce un nuovo potenziale bersaglio per il trattamento dell'obesità, Thaler ha concluso.

"Se i nuovi farmaci possono essere progettati che il pregiudizio limite neurone durante l'eccesso di cibo, possono essere efficaci nella lotta contro l'epidemia di obesità", ha detto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha