Mano densità minerale ossea è un fattore predittivo efficace di mortalità artrite reumatoide

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Bassa densità minerale ossea nella mano è un valido predittore di mortalità generale nei pazienti con artrite reumatoide (RA) e indica la prognosi a lungo termine, secondo un nuovo studio presentato oggi a EULAR 2008, il congresso annuale della European League Against Rheumatism in Paris, France. Radiogrammetry radiografia digitale (DXR) ha dimostrato la densità minerale ossea sia la mortalità predire efficace come mezzo consolidate di valutazione quali danni radiografico e disabilità funzionale.

Durante lo studio, varie misure standard di attività di malattia sono stati studiati al fine di valutare la loro capacità di prevedere tutte le cause di mortalità. In un periodo di 27 anni (1978-2005), l'età-sesso regolato modelli di rischio proporzionale di 84 pazienti affetti da AR, ha trovato il seguente per essere predittori significativi di mortalità:

La densità minerale ossea nella mano (RR = 0,55/1SD, 95% CI 0,35-0,87)




Classificazione funzionale Steinbrocker (RR = 1.86/1SD, 95% CI 1,35-2,56)

Il medico globale di valutazione (RR = 1.37/1SD, 95% CI 1,02-1,82)

Tasso di sedimentazione degli eritrociti (RR = 1.86/1SD, 95% CI 1,41-2,46)

Al contrario, nel corso di questo studio, alcune misure di attività di malattia reumatica, compreso il fattore reumatoide, indice di Larsen, indice di Ritchie e la valutazione globale del paziente, non sono stati trovati ad essere predittori significativi di mortalità in RA.

Ricercatore principale dello studio, il dottor Christina Libro di Malmц University Hospital, in Svezia, ha dichiarato: "Questo studio a lungo termine prevede che la misurazione della densità minerale ossea in mano può essere un importante indicatore fisico nell'anticipare il corso di artrite reumatoide, e offre ai medici. uno strumento efficace per valutare la malattia di un paziente e quindi lo sviluppo del piano di gestione individuale più appropriata. "

Nello studio, 152 pazienti consecutivi (119 donne, 33 uomini) con una durata media della malattia di 13 anni sono stati arruolati. Radiografie delle mani a inclusione erano disponibili in 108 pazienti, e in 84 di questi, la densità minerale ossea è stata valutata da DXR nella stessa mano digitalizzati raggi X usati per aver danno articolare radiografico. Il posizionamento di protesi articolari o grave mal allineamento impedito valutazione DXR negli altri 24 pazienti. Le misure manuali, come dividendo lo spessore corticale combinato dalla larghezza metacarpale II (CCTR) sono state eseguite in tutti i 108 pazienti con raggi X a inclusione. Misure di attività di malattia e danni all'inclusione nei 84 soggetti sono stati usati per predire la mortalità da modelli di regressione di Cox. Inoltre, rapporti standardizzati di mortalità sono stati calcolati utilizzando la popolazione generale svedese come un punto di riferimento, per valutare l'aumento della mortalità generale nel gruppo, che era tre piegato aumentato.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha