Mantenere un Loss Diario alimentare Doubles Dieta Weight, studio suggerisce

Marzo 28, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Tenere un diario alimentare può raddoppiare la perdita di peso di una persona secondo uno studio dal centro del Kaiser Permanente for Health Research. I risultati, da uno dei più grandi e più lunghe di peso in esecuzione prove manutenzione perdita mai condotti, saranno pubblicati nel numero di agosto dell'American Journal of Preventive Medicine.

Finanziato dal National Heart, Lung e Blood Institute presso il National Institutes of Health, lo studio è uno dei pochi studi per reclutare una grande percentuale di afroamericani come partecipanti allo studio (44 per cento). Afro-americani hanno un rischio più elevato di condizioni che sono aggravati da sovrappeso, tra cui il diabete e le malattie cardiache. In questo studio, la maggioranza dei partecipanti africani americani perso almeno nove libbre di peso, che è superiore in studi precedenti.

"I più record cibo gente continuava, il peso più hanno perso", ha detto l'autore Jack Hollis Ph.D., ricercatore presso il Kaiser Permanente Center for Health Research di Portland, Oregon. "Coloro che teneva record alimentari quotidiane perso due volte tanto peso di quelle che ha mantenuto nessun record. Sembra che il semplice atto di scrivere ciò che si mangia incoraggia le persone a consumare meno calorie. "




Oltre a mantenere i diari alimentari e trasformandoli in I gruppi di sostegno settimanali, i partecipanti sono stati invitati a seguire un DASH sana per il cuore (un approcci dietetici per Stop Hypertension) dieta ricca di frutta e verdura e povera di grassi o senza grassi prodotti lattiero-caseari, partecipare a sessioni di gruppo settimanali e l'esercizio a livelli di intensità moderata per almeno 30 minuti al giorno. Dopo sei mesi, la perdita media di peso tra i quasi 1.700 partecipanti era di circa 13 sterline. Più di due terzi dei partecipanti (69 per cento) hanno perso almeno nove libbre, abbastanza per ridurre i rischi per la salute e qualificarsi per la seconda fase dello studio, che è durato 30 mesi e testato le strategie per il mantenimento della perdita di peso.

"Più di due terzi degli americani sono sovrappeso o obesi. Se abbiamo perso solo nove chili, come la maggior parte delle persone in questo studio ha fatto, la nostra nazione vedrebbe vasto decrementi di ipertensione, colesterolo alto, diabete, malattie cardiache e ictus, "ha detto il co-autore Victor Stevens, Ph.D., ricercatore Kaiser Permanente. Ad esempio, in uno studio precedente Stevens trovato che perdere appena cinque kg puo ridurre il rischio di sviluppare ipertensione del 20 per cento.

Iniziativa del Peso Il Kaiser Permanente Care Management Institute ha raccomandato cibo journaling come strategia per perdere peso dal 2002. L'iniziativa Weight Management unisce medici, ricercatori, assicuratori e politici per individuare pratiche, efficaci approcci non chirurgici per la prevenzione e il trattamento di sovrappeso e obesità.

"Tenere un diario alimentare non deve essere una cosa formale. Solo l'atto di scarabocchi ciò che si mangia su una nota post-it, l'invio di e-mail te stesso conteggio di ogni pasto, o l'invio di voi stessi un messaggio di testo è sufficiente. E ' il processo di riflettere su ciò che si mangia, che ci aiuta a prendere coscienza delle nostre abitudini, e, auspicabilmente, cambiare il nostro comportamento ", dice Keith Bachman, MD, un membro Management Initiative Peso. "Ogni giorno sento pazienti dicono che non possono perdere peso. Questo studio dimostra che la maggior parte delle persone possono perdere peso se hanno gli strumenti giusti e sostegno. E il cibo journaling in combinazione con un programma di gestione del peso o di classe è la combinazione ideale di strumenti e supporto. "

Lo studio, coordinato dal Kaiser Permanente Center for Health Research di Portland, anche è stato condotto presso la Duke University Medical Center, Pennington Biomedical Research Center, e la Johns Hopkins University. Oltre a Hollis e Stevens, il team di ricerca di Kaiser Permanente incluso William M. Vollmer, Ph.D .; Cristina M. Gullion, Ph.D .; Kristine Funk, M.S .; e Daniel Laferriere, MR. Altre studio co-autori inclusi Phillip J. Brantley, Ph.D. e Catherine M. Champagne, Ph.D. a Pennington; Jamy D. Ard, MD, presso la University of Alabama a Birmingham; Thomas P. Erlinger, MD, MPH, presso l'Università del Texas; Lawrence J. Appel, MD, e Arlene Dalcin presso la Johns Hopkins; Pao-Hwa Lin, Ph.D., e Laura P. Svetkey, MD, della Duke University; Carmen Samuel-Hodge, Ph.D. presso la University of North Carolina a Chapel Hill; e Catherine M. Loria, Ph.D., presso il National Heart, Lung, and Blood Institute e National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha