Maratoneti possono soffrire reazioni allergiche

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Come quasi 40.000 corridori vengono impostati per partecipare in questo anno di London Marathon, un nuovo studio ha scoperto che uno su tre si soffre di allergie dopo l'evento.

Sniffles post-maratona è un disturbo comune tra i corridori, ma sono spesso messo giù a infezioni approfittando di un sistema immunitario impoverito causata dallo sforzo coinvolti.

Ora, però, i ricercatori della Northumbria University hanno dimostrato quanto i sintomi come prurito agli occhi, un naso che cola e la congestione può essere attribuito a reazioni allergiche.




Un team guidato dal dottor Paula Robson-Ansley reclutato 150 corridori che fanno dello scorso anno Maratona di Londra e ha chiesto loro di compilare un questionario di salute, fare un esame del sangue, e riferire sui sintomi che hanno vissuto fino a tre giorni dopo l'evento.

Problemi agli occhi e al naso sono stati riportati dal 61% dei corridori nel campione e le successive analisi del sangue per determinare se gli anticorpi immunoglobuline E erano presenti - il segno rivelatore di una reazione allergica - ha rivelato che il 35% dei corridori stavano vivendo un'allergia.

Lo studio ha anche riscontrato che il 14% erano specificamente allergico al polline albero. Albero polline è particolarmente elevata a Londra nel mese di aprile, come questo è quando il polline di betulla e di alta Londra platani viene rilasciato e albero-polline era alto il giorno della maratona 2010 stesso.

Commenti Dr Robson-Ansley:. "Questi raffreddore post-evento potrebbe sembrare minore, ma ci sono chiari rischi che la gente potrebbe continuare a sviluppare l'asma indotta da esercizio e infiammazione delle vie aeree La nostra indagine ha inoltre rivelato che solo l'8% stava assumendo farmaci anti-allergia per cui vi è un evidente divario tra il numero di persone che potrebbero beneficiare di un trattamento e il numero effettivamente facendo così ".

In un ulteriore risultato che ha implicazioni per Giochi Olimpici del prossimo anno, il dottor Robson-Ansley ha rilevato che il 29% dei corridori sono stati mostrando una immunoglobulina E reazione al polline delle graminacee.

"Le Olimpiadi si svolgono durante il periodo di picco erba-polline," dice, "così, se quasi tre persone su dieci sono potenzialmente allergiche a questo aeroallergeni comune, è una priorità per avere atleti olimpici testati prima dei giochi così un regime di trattamento appropriato può essere messo in atto. "

Consigli del dottor Robson-Ansley sugli atleti e asma è la seguente:

  • Se pensi di avere allergie, è necessario scoprire quanto più possibile e sviluppare un piano di gestione.
  • Chiedetevi il seguente:
    • Che periodo dell'anno stai colpiti?
    • Che cosa causa le vostre allergie (esami del sangue e la pelle-prick può essere necessario)?
    • Quali sono i sintomi normali?
  • Considerare l'utilizzo di uno spray nasale corticosteroide o un antistaminico non sedativo come misura preventiva. Ma essere consapevoli del fatto che può richiedere fino a due settimane per il trattamento di lavorare completamente (e evitare di prendere antistaminici non sedativi intorno gare).
  • Conosci il tuo allenamento e l'ambiente della concorrenza. Scopri tipici conta polline per la posizione e del periodo dell'anno. Albero polline per esempio è normalmente rilasciato in primavera, pollini di graminacee in tarda primavera e all'inizio dell'estate, e pollini di piante infestanti in tarda estate in autunno.
  • Cercare di minimizzare l'esposizione ai pollini eseguendo quando la conta polline è bassa (più freddo e giornate nuvolose sono associati a più bassi conteggi di polline rispetto ai più calde, giornate asciutte). Doccia e lavare i capelli dopo l'esercizio al di fuori per sbarazzarsi di polline residuo. Cambia il tuo abbigliamento e sciacquare il naso con lavaggi di acqua salata dopo l'esercizio.
  • Ricordate che gli atleti asmatici prendono farmaci regolarmente e secondo le istruzioni. Parlate con il vostro medico di famiglia sul fatto che potrebbe essere necessario ulteriori farmaci o per modificare il vostro farmaco, se ci si allena o concorrenti in alto polline o in ambienti inquinati.
(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha