Marcatori importanti ad alto rischio di diabete di tipo 2 Identificato

Aprile 21, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I medici sono a conoscenza di una serie di fattori di rischio, per lo più legate alla dei pazienti storia di famiglia, il sovrappeso, e stile di vita, che contribuiscono al rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Marcatori Ora i ricercatori dell'Università di Warwick hanno scoperto che indicano la disfunzione endoteliale (cambiamenti nelle cellule che rivestono i vasi sanguigni) e l'infiammazione sub-clinica sistemica può anche aiutare a identificare un numero molto maggiore di persone ad alto rischio per lo sviluppo futuro di tipo 2 diabete.

In uno studio condotto dal dottor Saverio Stranges, Professore Associato di Epidemiologia cardiovascolare a Warwick Medical School presso l'Università di Warwick, il team ha esaminato una proteina chiamata E-selectina, la cui presenza è indice di disfunzione endoteliale, conta dei globuli bianchi e dei livelli di albumina, che sono marker di infiammazione sistemica sub-clinica.

Hanno trovato alti livelli di E-selectina e globuli bianchi con bassi livelli di albumina sierica erano chiare predittori di alto rischio di diabete di tipo 2. I ricercatori hanno scoperto che i fattori di rischio tradizionali, come l'obesità o la famiglia storia hanno contribuito a identificare il 65% di tutti i pazienti che erano ad alto rischio di sviluppare tipo 2diabetes. Ma quando è stato aggiunto il informazioni da questi tre marcatori questo è aumentato dal 65% al ​​73% il che significa che i medici potrebbero essere in grado di individuare un maggior numero di persone a rischio di diabete di tipo 2 in una fase precoce.




I dati di ricerca utilizzato tratti dal Health Study Western New York. Questo è stato uno studio longitudinale di sei anni di diabete e fattori di rischio cardiovascolare tra i residenti di Erie e Niagara contee, New York.

Dott Stranges detto: "Elevati livelli di E-selectina e globuli bianchi con bassi livelli di albumina sierica possono indicare la disfunzione endoteliale e dell'infiammazione sistemica sub-clinico Questi risultati confermano l'idea che entrambe queste condizioni svolgono un ruolo importante nello sviluppo della. malattia. La disfunzione endoteliale è anche considerato come un evento chiave nello sviluppo e nella progressione dell'aterosclerosi. Trovare nuovi marcatori per il diabete di tipo 2 ci aiuterà ottenere una maggiore comprensione della condizione e, eventualmente, aprire nuove possibilità per il nostro modo di prevenire e trattare . "

Collaboratori per lo studio sono stati il ​​professor Richard Donahue (Principal Investigator dello studio) e Drs Lisa Rafalson e Karol Rejman, del Dipartimento di medicina sociale e preventiva dell'Università di Stato di New York a Buffalo, NY, USA; Dr Jacek Dmochowski del Dipartimento di Matematica e Statistica, University of North Carolina a Charlotte, NC, USA; Il professor Maurizio Trevisan presso l'Università di Nevada Health Sciences sistema, Las Vegas, NV, USA; e il professor Russell Tracy, del Dipartimento di Patologia e Biochimica, University of Vermont, Burlington, VT, USA

Questo studio è disponibile on-line. Sarà inoltre pubblicato nel numero di giugno di obesità, Nature Publishing Group.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha