Margherite Piombo scienziati Giù Path To New Drug leucemia

Maggio 27, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova, forma facilmente ingerito di un composto che ha già dimostrato di poter attaccare le radici di leucemia in studi di laboratorio si sta muovendo in studi clinici, secondo un nuovo articolo di Università di Rochester ricercatori nella rivista, Sangue.

Il team di Rochester ha guidato l'indagine di questa terapia promettente sul cancro del sangue mortale per quasi cinque anni. E per portare da un concetto di laboratorio per studi di pazienti in quel periodo è molto veloce progresso nel mondo lo sviluppo di droga, ha detto Craig T. Jordan, Ph.D., autore senior dell'articolo Sangue e direttore di ricerca traslazionale per ematologiche Neoplasie a James P. Wilmot Cancer Center, presso l'Università di Rochester Medical Center.

Gli studi clinici dovrebbero iniziare in Inghilterra entro la fine del 2007. Gli investigatori si aspettano di iscriversi inizialmente circa una dozzina di volontari adulti che sono stati diagnosticati con leucemia mieloide acuta (AML), la leucemia linfoblastica acuta (ALL) o altri tipi di sangue o linfatico tumori, Jordan ha detto.




In fase di sviluppo è dimetilammino-parthenolide (DMAPT), una forma di parthenolide (PTL) che è derivato da una pianta margherita-come noto come Partenio o il pulsante di bachelor. DMAPT è un agente solubile in acqua che gli scienziati ritengono si selettivamente indirizzare leucemia a livello di cellule staminali, dove nasce la malignità. Questo è importante perché la chemioterapia standard non colpisce abbastanza in profondità per uccidere il cancro alla radice, con il risultato di recidive. Anche le nuove terapie più avanzate, come Gleevec, sono efficaci solo in misura perché non raggiungono la radice del cancro.

DMAPT sembra essere unico. È meccanismo d'azione è migliorare specie reattive dell'ossigeno della cellula tumorale - che è come spingere il livello di stress della cellula oltre il bordo - al punto in cui la cellula non può lungo proteggersi e muore, detto Monica L. Guzman, Ph.D., ricercatore responsabile del progetto DMAPT e un istruttore senior presso l'Università di Rochester Medical Center.

La leucemia è diverso dalla maggior parte dei tumori e particolarmente duro da sradicare perché le cellule staminali della leucemia giacciono dormienti. Trattamenti contro il cancro standard sono progettati per cercare cellule in divisione attiva. Ma negli studi finora, DMAPT può uccidere sia le cellule dormienti e le cellule che si dividono occupato, Guzman ha detto

Investigatori Rochester hanno esaminato se DMAPT potrebbe eliminare la leucemia in cellule umane donati, e nei topi e nei cani. In tutti i casi, DMAPT indotto una rapida morte delle cellule staminali e progenitrici AML, senza danneggiare le cellule del sangue sane.

DMAPT ha anche dimostrato il potenziale come trattamento per il seno e il cancro alla prostata, il melanoma, e il mieloma multiplo, Guzman ha detto, anche se sono stati condotti gli studi solo in colture cellulari fino ad oggi.

"Una volta che si comincia vedere le prove da studi clinici, che ci darà un quadro più chiaro delle proprietà farmacologiche di DMAPT e sarà più facile capire il suo potenziale per altri tipi di tumore", ha detto Guzman.

Oltre agli studi di DMAPT, Guzman e la Giordania anche riportati nello stesso numero di sangue su un altro nuovo tipo di farmaco noto come leucemia TDZD-8. Anche se questo agente è in una fase molto più precoce di sviluppo, mostra anche la capacità di uccidere le cellule staminali leucemiche e potrebbe un giorno portare a migliori forme di trattamento.

Il programma RAID National Cancer Institute (Rapid Access per interventistica Sviluppo) sta finanziando la ricerca di fast-track in DMAPT presso l'Università di Rochester. RAID tenta di spingere promettenti nuove terapie nel mercato più rapidamente. Ulteriori finanziamenti proveniva dal Leukemia and Lymphoma Society e il Dipartimento della Difesa statunitense. Co-autori e partner comprendono chimici presso l'Università del Kentucky, che ha contribuito a sviluppare la forma analogica di parthenolide.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha