Maturazione cervello inverte funzione dell'amigdala nella regolazione degli ormoni dello stress

Giugno 16, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In contrasto con le prove che l'amigdala stimola risposte allo stress negli adulti, i ricercatori a Yerkes Nazionale Primate Research Center, Emory University hanno scoperto che l'amigdala ha un effetto inibitorio sulla ormoni dello stress durante lo sviluppo precoce di primati non umani.

I risultati sono pubblicati questa settimana nella Journal of Neuroscience.

L'amigdala è una regione del cervello conosciuta per essere importante per le risposte a situazioni di pericolo e conoscere le minacce. Alterazioni nella amigdala sono stati riportati nei disturbi psichiatrici come la depressione, disturbi d'ansia come PTSD, schizofrenia e disturbi dello spettro autistico. Tuttavia, gran parte di ciò che si conosce l'amigdala proviene dalla ricerca sugli adulti.




"I nostri risultati si inseriscono in un tema emergente nella ricerca delle neuroscienze: che durante l'infanzia, c'è un interruttore in funzione amigdala e la connettività con altre regioni del cervello, in particolare la corteccia prefrontale", spiega Mar Sanchez, PhD, neuroscienze ricercatore presso Yerkes e professore associato di psichiatria e scienze comportamentali della Emory University School of Medicine. Il primo autore del documento è borsista postdottorato Jessica Raper, PhD.

I risultati fanno parte di uno studio longitudinale più grande a Yerkes Nazionale Primate Research Center, esaminando come lesione dell'amigdala entro il primo mese di vita influisce sullo sviluppo di comportamenti sociali ed emotive e sistemi neuroendocrini in scimmie rhesus dall'infanzia fino all'età adulta. I laboratori dei ricercatori Sanchez e Yerkes Jocelyne Bachevalier, PhD e Kim Wallen, PhD stanno collaborando a questo progetto.

Inchieste precedenti a Yerkes scoperto che, come i bambini, le scimmie con danni all'amigdala hanno mostrato alti livelli di cortisolo, l'ormone dello stress. Questo sorprendente risultato in contrasto con precedenti ricerche sugli adulti, che hanno dimostrato che i risultati danno amigdala a livelli più bassi di cortisolo.

Il team ipotizza che danni all'amigdala generato cambiamenti nei dell'asse HPA: una rete di interazioni endocrini tra l'ipotalamo nel cervello, l'ipofisi e le ghiandole surrenali, critici per le reazioni allo stress.

"Abbiamo voluto verificare se le alterazioni degli ormoni dello stress visto durante l'infanzia persistevano, e cambia ciò cerebrali erano responsabili per loro", dice Sanchez. "In studi degli adulti, l'amigdala e le sue connessioni sono completamente formate al momento della manipolazione, ma qui né l'amigdala o le sue connessioni sono state pienamente maturati quando si è verificato il danno."

Nel documento attuale, gli autori hanno dimostrato che, in contrasto con gli animali adulti con danni all'amigdala, scimmie giovani con danni all'amigdala precoce avevano aumentato i livelli di cortisolo nel sangue, rispetto ai controlli. Nella loro liquido cerebrospinale, avevano anche livelli elevati di fattore di rilascio della corticotropina (CRF), il neuropeptide che avvia la risposta allo stress nel cervello. CRF Elevati e cortisolo sono legati ad ansia e disregolazione emotiva nei pazienti con disturbi dell'umore.

Nonostante l'aumento dei livelli di ormoni dello stress, scimmie con precoce dell'amigdala danni mostrano una reattività emozionale smussato alle minacce, tra cui diminuito la paura e aggressività, e l'ansia ridotta in risposta allo stress. Eppure, scimmie con danni all'amigdala neonatale restano competenti ad interagire con gli altri in loro grandi gruppi sociali. Questi risultati sono coerenti con le segnalazioni di pazienti umani con danni all'amigdala, dice Raper.

"Ipotizziamo che il ricco ambiente sociale previsto per le scimmie promuove meccanismi di compensazione nelle regioni corticali implicate nella regolazione del comportamento sociale", dice. "Ma i danni all'amigdala neonatale sembra più dannoso per lo sviluppo degli stress circuiti neuroendocrini in altre aree del cervello."

I ricercatori hanno in programma di seguire gli animali in età adulta per studiare gli effetti a lungo termine di danno dell'amigdala presto ormoni dello stress, il comportamento e sistemi fisiologici eventualmente interessate da livelli cronicamente elevati di cortisolo, come immune, la crescita e le funzioni riproduttive.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha