Meccanismi che portano alla Portal Hypertension Scoperti

Marzo 31, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Questo particolare tipo di ipertensione, denominata ipertensione portale, colpisce il flusso di sangue nella vena porta, che alimenta sangue al fegato.

Dr. Don Rockey, il nuovo capo delle malattie dell'apparato digerente e del fegato a UT Southwestern, ha identificato l'attività cellulare che si traduce in ipertensione portale. Lui ei suoi colleghi poi ha preso la ricerca di un passo ulteriore, mostrando che se il processo può essere interrotto, l'ipertensione si abbassa.




Il National Institutes of Health-finanziato la ricerca - disponibile on-line e in programma a comparire in un prossimo numero della rivista Nature Medicine - è stato condotto dal Dott Rockey mentre era alla Duke University Medical Center.

"L'ipertensione portale è una malattia mortale che complica molte forme di danno epatico cronico", ha detto il dottor Rockey. "Quando ciò si verifica, nella sua forma più grave, la prognosi sicuramente diventa sorvegliato", spesso porta alla necessità di un trapianto di fegato.

La mortalità a breve termine per i pazienti con ipertensione portale è di circa il 30 per cento. L'ultima ricerca apre nuove strade scientificamente e ha implicazioni per possibili approcci clinici, ha detto il dottor Rockey.

"Il risultato finale di ipertensione portale è il sanguinamento e lo sviluppo di ascite [liquido nell'addome], quindi se si può trattare di anticipo, è possibile prevenire le emorragie e/o la formazione di ascite," ha detto.

L'ipertensione portale è simile al noto ipertensione essenziale, che ostacola il flusso di sangue ai sistemi cardiaci. Ma ipertensione portale colpisce il flusso di sangue ai sistemi fegato legate.

Il fegato è un organo essenziale che lava sangue del corpo dei rifiuti e veleni. La cirrosi epatica si verifica quando le cellule sono danneggiate. Cicatrici risultati spesso, riducendo il flusso di sangue nel fegato e alzando la pressione sulle vene non progettati per gestire più di tanto il flusso di sangue. L'alta pressione può causare vene a scoppiare, con conseguente emorragia interna e potenzialmente morte.

Studi precedenti hanno dimostrato che, a livello cellulare, risultati ipertensione portale da ridotta produzione di ossido nitrico necessaria, che regola l'espansione dei vasi sanguigni.

La ricerca del Dott Rockey identificato come le interruzioni della produzione di ossido nitrico a causa degli effetti della proteina GRK2. La proteina attacca ad un'altra proteina chiamata AKT, interrompendo la creazione di ossido nitrico.

"Abbiamo dimostrato che le cellule endoteliali che rivestono i vasi sanguigni nel fegato non funzionano molto bene. In particolare, non producono ossido di azoto", ha detto il dottor Rockey. "Il problema è che ci sono un certo numero di vie di segnalazione che sono interrotti e che comportino la ridotta produzione di ossido nitrico."

Oltre a identificare come il sistema si rompe, lo studio del Dr. Rockey ha dimostrato che la riduzione della produzione GRK2 restaurato produzione AKT, consentendo livelli di ossido nitrico per stabilizzare e la pressione sanguigna per tornare alla normalità.

Ulteriori ricerche saranno necessarie, il dottor Rockey detto, per determinare come controllare le proteine ​​GRK2 che interferiscono con AKT o modi che rafforzino AKT produzione di proteine ​​per mantenere la produzione di ossido nitrico.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha