Meccanismo chiave Trovato che promuove diffusione del melanoma maligno

Marzo 13, 2016 Admin Salute 0 11
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della Northwestern University hanno scoperto un meccanismo di segnalazione chiave che può favorire la capacità delle cellule di melanoma maligno molto aggressivi a metastatizzare, o diffuso da un tumore primario a siti distanti all'interno del corpo.

I risultati del loro studio, pubblicato nel numero di novembre di ricerca sul cancro, suggeriscono che il meccanismo di segnalazione può essere un potenziale bersaglio per la prevenzione del melanoma metastatico.

Lo studio è stato condotto da Angela R. Hess, un ricercatore presso i bambini Memorial Research Center, ed è stato condotto nel laboratorio di Maria Hendrix, presidente e direttore scientifico dei bambini Memorial Research Center e professore di pediatria presso la Northwestern University Feinberg School of Medicina.




Le cellule tumorali metastatiche sono caratterizzate da una maggiore invasione delle cellule tumorali e la migrazione, nonché la plasticità delle cellule tumorali, che si manifesta come mimetismo vascolare - la capacità delle cellule di melanoma aggressivo per farsi passare come cellule endoteliali-simili, formando le loro reti vascolari. Hess e co-ricercatori hanno scoperto che un enzima noto come focale adesione chinasi (FAK), che è importante per molti processi cellulari, tra cui la sopravvivenza delle cellule, l'invasione e la migrazione, si attiva in uveale maligna (occhio) e il melanoma della pelle.

Hanno ipotizzato che FAK potrebbe svolgere un ruolo importante nella promozione del melanoma aggressivo perché la sua maggiore produzione è stata collegata alla aggressività delle cellule tumorali in altri tipi di tumore, tra cui la prostata, tiroide, del colon-retto, alle ovaie e tumori orali.

Hess e colleghi hanno scoperto che l'attività di elevata FAK in cellule di melanoma aggressivo correlati con le cellule 'aumentata invasione, la migrazione e comportamenti mimetismo vascolare.

Come prova di principio, i ricercatori hanno poi bloccato segnalazione FAK in cellule di melanoma aggressivo, che ha comportato una diminuzione della invasione delle cellule di melanoma, la migrazione e il mimetismo vascolare.

"Collettivamente, i nostri dati suggeriscono un nuovo meccanismo coinvolto nella promozione del melanoma aggressivo anche se le vie di trasduzione del segnale FAK-mediata, fornendo così nuove intuizioni possibili strategie di intervento terapeutico", ha detto Hess. "La comprensione dei meccanismi molecolari che promuovono il melanoma aggressivo è essenziale per predire la probabilità di metastasi in una fase in cui è possibile un intervento", ha detto Hess.

Il laboratorio Hendrix ha identificato diversi componenti di trasduzione del segnale che sembrano svolgere un ruolo significativo nel mediare le proprietà aggressive di cellule di melanoma.

"Anche se stiamo cominciando a capire il coinvolgimento di alcune delle vie di segnalazione che regolano l'invasione delle cellule, la migrazione e il mimetismo vascolare, la complessità delle interazioni molecolari alla base di questi processi coordinati ancora da chiarire", ha detto Hendrix.

Il melanoma maligno è curabile se diagnosticato precocemente. Tuttavia, non trattata e ha permesso di metastatizzare, melanoma maligno spesso è fatale. Negli Stati Uniti, l'incidenza del melanoma è triplicata negli ultimi 50 anni ed è quasi raddoppiata negli ultimi dieci anni. Si stima che circa 48.000 nuovi casi di melanoma saranno diagnosticati quest'anno, con una previsione di 7.700 morti, secondo i dati della American Cancer Society.

###
(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha