Meccanismo generale che accelera lo sviluppo del tumore scoperto

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 12
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori descrivono che CPEB1 accorcia una regione altamente specifica di RNA (RNA sono le molecole che trasportano informazioni gene per la sintesi proteica). Questa regione contiene la maggior parte dei segnali che determinano se una molecola di RNA è fatto in una proteina o meno. "CPEB1" toglie i freni "per centinaia di RNA che stimolano desdifferentiation e proliferazione cellulare, permettendo loro di essere in proteine, tuttavia, oltre a rimuovere i freni nel nucleo, questa proteina accompagna RNA nel citoplasma, dove accelera la produzione di queste proteine ​​", spiega l'autore maggiore della carta Raъl Mйndez, responsabile del" controllo traslazionale del ciclo cellulare e la differenziazione di gruppo "a IRB Barcellona.

Raъl Mйndez è un esperto sulla famiglia di proteine ​​CPBE, un tipo di proteina-RNA binding che ha un ruolo positivo e cruciale nello sviluppo embrionale precoce. "Proteine ​​CPEB sono necessarie durante lo sviluppo e anche durante la rigenerazione tissutale con cellule staminali in adulti, ma se il programma governato da CPEBs continuamente acceso, le cellule si dividono quando non dovrebbero e formano un tumore," spiega Mйndez. La famiglia CPEB comprende quattro proteine, che compensano l'un l'altro la funzione normale, ma che hanno attività specifiche in stati malati. "Questo risultato è positivo dal punto di vista terapeutico, perché significa che se si rimuove CPEB1 dalle cellule sane, la sua funzione può essere rilevata da qualsiasi altra proteina CPEB. Al contrario, nei tumori solo CPEB1 ha la capacità di abbreviare queste regioni, influenzando così solo le cellule tumorali, "dice il ricercatore italiano Felice Alessio Bava, primo autore della carta, e borsista post-dottorato con il gruppo di Mйndez che, quest'anno, ha ottenuto il suo dottorato attraverso il" la Caixa "programma internazionale Fellowship. Questo studio fornisce ulteriori prove delle potenzialità delle proteine ​​CPEB come bersagli terapeutici. Nel 2011, in uno studio pubblicato su Nature Medicine, Mйndez identificato che CPEB4 "switch on" centinaia di geni legati alla crescita del tumore. Questo nuovo studio spiega che la sovraespressione di CPEB4 nei tumori è perché CPEB1 ha "liberato i suoi freni."Il fatto che queste proteine ​​controllano reciprocamente è anche vantaggioso dal punto di vista terapeutico," afferma Mйndez ", perché parziale inibizione, da un farmaco, sarebbe amplificato, consentendo riprogrammazione delle cellule tumorali. L'amplificazione dovrebbe rendere più facile trovare un composto vitale. "




Il laboratorio ha sviluppato un sistema per lo screening di molecole terapeutiche per un farmaco che può inibire l'azione di CPEB nei tumori pur avendo pochi effetti secondari sulle cellule sane. "Non vi è alcun farmaco attualmente disponibili che influenza la regolazione dell'espressione genica a questo livello. I nostri risultati aprono una finestra terapeutica pionieristico. Siamo ottimisti riguardo al potenziale di proteine ​​CPEB come obiettivi", dice Mйndez.

L'azione delle proteine ​​CPEB deve essere considerato nella progettazione di altre strategie terapeutiche

Lo studio pubblicato su Nature comprende una meticolosa analisi genomica di molecole di RNA che sono trattati in modo diverso a seconda che CPBE1 è presente. Lo studio fornisce un elenco di tra 200 e 300 di tali geni, vale a dire, quelli che avrebbe la regione tiene segnali regolatori rimossi. Questa è precisamente la regione dove microRNA - piccole molecole che regolano la traduzione di questo RNA alle proteine ​​- bind. "Molte terapie antitumorali tentare di interferire con microRNA vincolante, ma ora hanno rivelato che le proteine ​​CPEB rimuovere queste regioni in anticipo. Le aziende farmaceutiche che stanno sviluppando tali composti saranno in grado di prevedere se i loro obiettivi siano approcci idonei o meno", spiega lo scienziato .

Lo studio ha coinvolto la collaborazione del gruppo guidato da Juan Valcбrcel presso il Center for Genomic regolamento (CRG), esperto nella lavorazione nucleare RNA, e quello di Roderic Guigу, esperto in biostatistica ed anche a CRG. Questo studio ha ricevuto finanziamenti dal consorzio Consolider RNAreg del ministero spagnolo dell'Economia e della concorrenza e la Generalitat de Catalunya (Governo della Catalogna).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha