Meccanismo molecolare di shock anafilattico Decoded

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Questo apre la strada per lo sviluppo di nuovi farmaci per il trattamento e la prevenzione di shock anafilattico.

Lo studio del Prof. Dr. Stefan Offermanns, direttore medico dell'Istituto di Farmacologia dell'Università di Heidelberg, e il suo gruppo di studio in collaborazione con i colleghi presso il German Cancer Research Center di Heidelberg e presso Francoforte e del Max Planck Institute di Bad Nauheim è stato pubblicato online in "The Journal of Experimental Medicine".




Shock anafilattico è una reazione allergica acuta pericolosa per la vita, di solito causata da farmaci, punture di insetti o altri allergeni, che è diventato più frequente negli ultimi decenni. Nelle persone sensibilizzate, la presenza dell'allergene porta al rilascio di varie sostanze (mediatori) da cellule immunitarie nel sangue. Questi mediatori, per esempio istamina o leucotrieni, causano un brusco abbassamento della pressione sanguigna, abbassamento della temperatura corporea, aritmia, difficoltà respiratoria, e le reazioni acute in stomaco, intestino e pelle. La combinazione di reazioni porta alla situazione di pericolo di vita conosciuto come shock anafilattico.

I mediatori sviluppano il loro effetto tramite cosiddette G recettori accoppiati alle proteine ​​che si trovano sulle cellule differenti del corpo, tra l'altro, nelle pareti dei vasi sanguigni. Si innescano segnali nelle cellule che poi causano i sintomi tipici di una reazione anafilattica. "Nel modello genetico del mouse, abbiamo dimostrato che, sorprendentemente, la soppressione selettiva dei geni che codificano per le proteine ​​G Gq e G11 nelle pareti dei vasi protetto gli animali dai più gravi reazioni anafilattiche", ha dichiarato il professor Offermanns. Ora la strada è aperta per sviluppare e testare sostanze che potrebbero essere utilizzati direttamente per inibire il meccanismo di scatto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha