Medicine alternative devono essere considerati in gestione del diabete, ricercatore dice

Giugno 3, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le persone con diabete stanno rischiando la loro salute da non discutere l'uso di terapie complementari e alternative, con i professionisti della salute gestione del loro trattamento convenzionale.

Una revisione della letteratura sanitaria internazionale ha dimostrato integratori alimentari e farmaci a base di erbe sono le terapie complementari e alternative più comunemente utilizzati nel diabete.

Annie Chang, un dottorando in School of Nursing di Griffith, ha detto mentre alcuni prodotti possono avere benefici per i pazienti, ma possono anche avere effetti indesiderati nel loro diritto o interagire con i farmaci convenzionali.




"Il fieno greco, ad esempio, utilizzato come integratore, può influenzare i livelli di zucchero nel sangue, ma i pazienti sono già in altri farmaci di zucchero nel sangue abbassando pure."

Mentre la prevalenza di utilizzo varia notevolmente tra i diversi paesi (17-72%), la revisione suggerisce quasi la metà delle persone che vivono con il diabete integrare i loro farmaci convenzionali con una qualche forma di terapia alternativa.

Le donne, oltre 65 anni di età, quelli che avevano vissuto con il diabete per più, e le persone interessate in autogestione della loro condizione sono stati i più propensi a utilizzare terapie alternative.

"La gente dirà loro professionisti alternativi che stanno usando farmaci occidentali, ma la stragrande maggioranza non discutere le loro terapie alternative con un medico o un altro operatore sanitario", ha detto.

Ms Chang, che ha anche esaminato più di 300 diabetici in Taiwan, ha detto che le persone temevano il medico non sarebbe interessato a discutere medicine alternative o che potrebbero 'nei guai' per la loro adozione.

"La prova è che i pazienti stanno utilizzando questi prodotti e può anche ridurre le dosi di medicina convenzionale e modificare i tempi di dosi in modo che non stanno prendendo entrambi insieme."

"Mentre potrebbe essere impossibile per la medicina occidentale per imparare tutto sulle terapie complementari e alternative, gli operatori sanitari hanno bisogno di essere inclusi nelle discussioni su di loro in modo da poter documentare il loro uso e di essere a conoscenza di eventuali problemi per i nostri pazienti."

Il commento è stato pubblicato sul Journal of Advanced Nursing 2007; 58 (4) 307-319.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha