Meglio approccio al trattamento del melanoma mortale identificato

Maggio 21, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati dell'Università di Manchester hanno identificato una proteina che sembra essere la chiave per la creazione di trattamenti farmacologici più efficaci per il melanoma, uno dei tumori più letali.

Ricercatori finanziati da Cancer Research UK sono stati a guardare perché nuovi farmaci chiamati "inibitori MEK", che sono attualmente in fase di sperimentazione in studi clinici, non sono efficaci a uccidere le cellule tumorali come dovrebbero essere.

Hanno scoperto che MITF - una proteina che aiuta le cellule a produrre il pigmento, ma anche aiuta le cellule di melanoma di crescere e sopravvivere - è in grado di fornire le cellule tumorali con una resistenza agli inibitori MEK.




Dr Claudia Wellbrock e il suo team presso il Wellcome Trust Centre per Cell-Matrix Research confrontati cellule di melanoma umano che rispondono al farmaco alle cellule che non lo fanno. Essi hanno scoperto che le cellule che non hanno risposto al farmaco contenevano livelli elevati di proteina SMURF2.

I ricercatori hanno ridotto il livello di SMURF2 nelle cellule tumorali di melanoma e quindi trattati tumore con l'inibitore MEK. Hanno trovato un aumento di 100 nella sensibilità delle cellule al farmaco. Sembra che la rimozione SMURF2 diminuisce radicalmente il livello di MITF in cellule di melanoma, rendendo il MEK inibitore molto più potente.

Usando topi con tumori la squadra ha trovato che per un periodo di tre settimane c'è stata una sostanziale diminuzione della crescita tumorale quando la rimozione di SMURF2 stato usato in combinazione con inibitori di MEK.

Dr Wellbrock dice: "Gran parte della ricerca sul cancro è ora focalizzata sulla ricerca di nuove combinazioni di farmaci E 'riconosciuto che i tumori spesso a trovare nuovi modi per combattere anche i trattamenti più innovativi e altamente efficienti droga, così ora stiamo concentrando sul targeting dei meccanismi che consentono la. le cellule tumorali a superare gli effetti della droga. Siamo molto entusiasti del potenziale di questo nuovo approccio, che ha dimostrato di essere così efficace nei nostri esperimenti. "

Uno degli svantaggi del farmaco inibitore MEK è che esso si rivolge tutte le cellule. MEK (MAP/ERK proteina chinasi) è presente in tutte le cellule, ma le cellule tumorali hanno iperattiva MEK. Ciò significa che il farmaco deve essere utilizzato in piccole dosi e per un lungo periodo per evitare di danneggiare le cellule sane. Riducendo SMURF2 per aumentare l'efficacia del farmaco piccole dosi potrebbe essere dato nel corso di un periodo di tempo più breve, riducendo il livello di tossicità nelle cellule sane.

Dr Wellbrock dice: "Se siamo in grado di ridurre la tossicità a tutte le cellule vorrà dire trattamenti contro il cancro sono meno dannose per i pazienti 'di vitale importanza che noi miglioriamo i trattamenti per il melanoma, che è il quinto tumore più comune nel Regno Unito per il momento molte persone.. sono diagnosticati con il melanoma il cancro si è già iniziato a diffondersi e tumori avanzati può essere altamente resistente ai trattamenti convenzionali per il cancro. Lo sviluppo di resistenza ai nuovi farmaci è stato anche un grave inconveniente. Se possiamo identificare combinazioni di farmaci più potenti e meno tossici per affrontare melanoma poi ci potrebbe salvare migliaia di vite. "

Questo studio è stato finanziato in parte dal Cancer Research UK ed i risultati sono stati pubblicati sul Journal of National Cancer Institute.

Parlando della ricerca Dr Julie Sharp dalla carità ha detto: "Di recente ci sono stati alcuni sviluppi molto interessanti nel trattamento del melanoma - ma nuovi approcci che affrontano il problema della resistenza sono ancora necessari Questo tipo di ricerca sarà un obiettivo chiave della. previsto nuovo Centro Ricerche Manchester Cancro che riunirà una vasta gamma di competenze di ricerca di rivoluzionare il trattamento del cancro. "

Il prossimo passo per il dottor Wellbrock sarà quello di trovare un farmaco che può ridurre l'attività di SMURF2 nelle cellule tumorali. Il team di ricerca di Manchester stanno attualmente analizzando le biblioteche di droga per un farmaco già esistente che può già essere approvato per l'uso per una malattia diversa.

Si spera che l'individuazione di un farmaco da utilizzare in combinazione con inibitori di MEK fornirà un approccio molto più potente e in definitiva più efficace per il trattamento del melanoma.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha