Melanoma utilizza il sistema immunitario del corpo per diffondere ai polmoni

Maggio 3, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le cellule di melanoma modo utilizzano il sistema immunitario a diffondersi e svilupparsi in tumori polmonari possono portare ad una terapia per ridurre lo sviluppo di questi tumori, secondo i ricercatori Penn State.

"Il melanoma è la forma più aggressiva e metastatico del cancro della pelle", ha detto Gavin Robertson, professore di farmacologia, patologia, dermatologia e chirurgia nel Penn State College of Medicine. "Pertanto, l'identificazione delle proteine ​​e dei meccanismi molecolari che regolano la metastasi è importante per lo sviluppo di farmaci per il trattamento di questa malattia."

Metastasi è un processo complesso in cui le cellule tumorali si staccano dal tumore primario e migrano in altre parti del corpo viaggiando attraverso il sistema linfatico e circolatorio. I ricercatori del Foreman Fondazione Melanoma Research Laboratory presso la Penn State hanno sviluppato un modello per determinare perché i circa un milione di cellule tumorali capannone quotidiano da un tumore melanoma 1 grammo non fanno più metastasi nei polmoni.




Dopo l'iniezione per via endovenosa 1 milione di cellule di melanoma umano in un topo, Robertson e colleghi hanno osservato intrappolamento di molti di queste cellule nei vasi polmonari. Entro 24 ore, tuttavia, poche cellule erano ancora presenti nei polmoni.

"In questo studio, abbiamo dimostrato che, circolanti cellule di melanoma intrappolati possono utilizzare le cellule immunitarie di una persona - in particolare un tipo di globuli bianchi chiamati neutrofili - per controllare lo sviluppo di metastasi ai polmoni", ha detto Robertson. Dopo aver iniettato il topi con neutrofili un'ora dopo l'iniezione di cellule di melanoma, ritenzione cellula tumorale è stata aumentata nel polmone di circa tre volte.

Cellule melanoma produrre e secernere elevati livelli di una proteina chiamata IL-8, che viene utilizzato per ottenere neutrofili.

"Per i pazienti, questo è importante perché una terapia prevenire circolanti cellule di melanoma da secernenti IL-8 avrebbe il potenziale per ridurre lo sviluppo di metastasi ai polmoni di circa il 50 per cento interrompendo l'interazione delle cellule tumorali con neutrofili", ha detto Robertson. "Metastasi formano dalle proteine ​​sul melanoma e neutrofili interagiscono e formano connessioni fisiche. Queste connessioni promuovono ancoraggio delle cellule di melanoma alle pareti dei vasi polmonari, consentendo alle cellule tumorali di migrare attraverso la parete per formare metastasi polmonari."

Diminuendo la secrezione di IL-8 limita l'interazione delle cellule di melanoma con neutrofili, lasciando cadere il numero di cellule di melanoma trattenuti nei polmoni di circa la metà.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cancer Research. Finanziamento per lo studio è stato fornito dal National Institutes of Health e la Fondazione Foreman per Melanoma Research.

Altri autori della relazione sono laureati Penn State Sung Jin Huh del Dipartimento di Farmacologia e Shile Liang del Dipartimento di Bioingegneria, assistente professore Arati Sharma del Dipartimento di Farmacologia, e professore Cheng Dong, che tutti i membri delle Therapeutics Melanoma Programma a Penn State.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha