Melatonina: la fonte della giovinezza?

Maggio 24, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Meglio conosciuto come l'ormone 'cronometraggio', la melatonina è naturalmente secreto dal corpo durante la notte. È quindi una sorta di segnale biologico per notte, permettendo un organismo di sincronizzarsi con il ritmo giorno/notte.

A Laboratoire Arago, Elodie Magnanou ed i suoi collaboratori hanno studiato gli effetti a lungo termine della melatonina sul toporagno Greater denti bianchi, un piccolo mammifero insettivoro notturno. In condizioni normali, questo animale mostra i primi segni di invecchiamento dopo aver raggiunto 12 mesi, principalmente attraverso la perdita del ritmo circadiano nelle sue attività. Somministrando continuamente melatonina, iniziando un po entro 12 mesi, la comparsa di questi primi segni è stato ritardato di almeno 3 mesi, che è un notevole periodo in rapporto alla durata di questo shrew *.




La melatonina è ormai noto a svolgere diversi ruoli benefiche. Questi includono essere un antiossidante, un anti-depressivo, e contribuendo alla soluzione dei problemi di sonno. Il prossimo passo sarà quello di capire il meccanismo d'azione dell'ormone sull'invecchiamento, in modo che possiamo forse prevedere il suo utilizzo sugli esseri umani.

Questi risultati sono apparsi sulla rivista PLoS One, il 15 giugno 2009.

* La denti bianchi toporagno Grande ha una durata di 12 o 18 mesi in natura e fino a 30 mesi di prigionia. Cattività non cambia il momento in cui appaiono segni di invecchiamento, si allunga semplicemente la vita.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha