Meno del 50 per cento delle donne con Paps anomale Ricevi Follow-up Care: Studio

Maggio 30, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Meno della metà delle donne in Ontario con Pap test anomali receive raccomandato e potenzialmente follow-up, secondo un nuovo studio sulla salute delle donne dai ricercatori dell'Ospedale di San Michele e l'Istituto di Scienze Cliniche valutativa (ICES) salva-vita. Cosa c'è di più, le donne a basso reddito hanno meno probabilità di essere sottoposti a screening per il cancro rispetto alle loro controparti ad alto reddito.

"Il cancro cervicale è una delle forme più prevenibili di cancro, ma in Ontario più di un milione di donne non sono stati proiettati, e un numero sproporzionato di questi sono donne che vivono nelle comunità a basso reddito", afferma Dr Arlene Bierman, un medico a Hospital e investigatore principale di San Michele del Progetto di una donna Ontario Salute Evidence-Based Report (POWER). "Abbiamo bisogno di fare particolari sforzi per raggiungere le donne che sono proiettati, ma non riceviamo il necessario follow-up e può eventualmente cadere attraverso le crepe. Per migliorare la sorveglianza e il trattamento, abbiamo bisogno di un sistema che garantisce tutti i Pap test anomali sono followed- in modo che le donne Ontario possono ricevere la migliore assistenza possibile ", ha aggiunto il Dr. Bierman, ricercatore presso il CIEM.

Lo POWER studio congiunto intitolato (Progetto per Health Report Evidence-Based di un donne Ontario), dall'ospedale di San Michele e l'Istituto di Scienze Cliniche valutativa (CIEM), è il primo nella provincia di fornire una panoramica completa della salute delle donne in relazione al sesso, reddito, istruzione, etnia e la geografia. I risultati sono descritti nella relazione dal titolo Cancer - il secondo per essere rilasciato quest'anno come parte dello studio. I risultati possono essere utilizzati da politici e operatori sanitari per migliorare l'accesso, la qualità e gli esiti di cura per le donne di Ontario. Dr. Monika Krzyzanowska, un oncologo medico al Princess Margaret Hospital/University Health Network è l'autore principale sul capitolo cancro. Lo studio POWER è finanziato da Echo: Migliorare la salute delle donne in Ontario, un'agenzia del Ministero della Sanità dell'Ontario e Long-Term Care.




Secondo lo studio, meno del 50 per cento delle donne che hanno avuto un Pap test che ha mostrato una anomalia di basso grado hanno avuto l'appropriato follow-up entro il lasso di tempo consigliato, tra cui una prova di ripetizione o colposcopia (una procedura medica che esamina cervice della donna e della vagina). Questo è di solito il gruppo a maggior rischio di sviluppare il cancro cervicale alla fine e quindi più bisognosi di cure appropriate. Tempestivo follow-up dei risultati anomali è essenziale per lo screening del cancro al lavoro in modo appropriato.

"Secondo l'Indice del Sistema Qualità Cancer, tra 2005-2007, il 56 per cento delle donne che possono beneficiare in Ontario ha completato tutto lo screening del cancro consigliato per la loro fascia di età", ha detto il dottor George Pasut, vice presidente, prevenzione e screening, Cancer Care Ontario . "Dobbiamo continuare a lavorare per raggiungere le popolazioni underscreened. Ciò include approcci mirati per migliorare la consapevolezza di screening e l'accesso ai servizi di screening e di follow-up."

Lo studio ha rilevato tassi di screening in Ontario sia per seno e cancro cervicale rimangono al di sotto degli obiettivi provinciali, nonostante l'esistenza di programmi di lunga data di screening per entrambi i tumori.

Donne quartieri a basso reddito erano a rischio con tassi sempre più bassi di screening per seno, colon-retto e cancro cervicale rispetto alle donne che vivono in quartieri a più alto reddito. Mentre il tasso generale di screening del cancro cervicale in Ontario donne era 69 per cento nello studio, solo il 61 per cento delle donne a basso reddito sono stati proiettati contro il 75 per cento delle donne ad alto reddito.

"I risultati sono convincenti", dice Pat Campbell, CEO di Echo. "Chiaramente, la sfida per il nostro sistema sanitario è quello di aiutare le donne a basso reddito e gli uomini, accedere presto per lo screening, la diagnosi e il trattamento. Ciò richiederà più servizi orientate al paziente e la comprensione e la rimozione delle barriere che limitano la partecipazione in salute programmi -Cura ".

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha