Meno esercizio fisico, non più calorie, responsabile per l'espansione girovita

Maggio 31, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Analizzando i dati NHANES dagli ultimi 20 anni, i ricercatori della Stanford University hanno scoperto che il numero di donne adulte negli Stati Uniti che ha riportato alcuna attività fisica è passato da 19,1% nel 1994 al 51,7% nel 2010. Per gli uomini, il numero è aumentato dal 11,4% nel 1994 al 43,5% nel 2010. Nel corso del periodo, BMI medio è aumentato su tutta la linea, con l'aumento più drammatico trovato tra i giovani donne di età 18-39.

"Questi cambiamenti si sono verificati nel contesto di sostanziali aumenti la percentuale di adulti di segnalazione senza tempo libero l'attività fisica, ma in assenza di significative modifiche a livello di popolazione in apporto calorico medio giornaliero", spiega portare investigatore Uri Ladabaum, MD, MS, Professore Associato di Medicina (Gastroenterologia ed Epatologia), Stanford University School of Medicine. "A livello di popolazione, abbiamo trovato una significativa associazione tra il livello di attività fisica nel tempo libero, ma non apporto calorico giornaliero, e gli aumenti sia BMI e circonferenza vita."




Lo studio ha esaminato l'escalation di obesità sia in termini di esercizio fisico e l'apporto calorico. Mentre gli investigatori non hanno esaminato quali tipi di alimenti consumati, hanno fatto osservare che giornaliera totale di calorie, grassi, carboidrati, e il consumo di proteine ​​non sono cambiati in modo significativo nel corso degli ultimi 20 anni, ma il tasso di obesità tra gli americani è in continuo aumento.

I ricercatori inoltre hanno seguito l'aumento dell'obesità addominale, che è un indicatore indipendente di mortalità, anche tra le persone con BMI normale. Obesità addominale è definito dalla circonferenza vita di 88 cm (34,65 in) o maggiore per le donne e 102 cm (40.16 in) o superiore per gli uomini. I dati hanno mostrato che la circonferenza media della vita è aumentato del 0,37% l'anno per le donne e 0,27% annuo per gli uomini. Proprio come l'aumento del BMI medio, il gruppo più colpito da un aumento dei tassi di obesità addominale era donne.

"La prevalenza di obesità addominale è aumentato tra le donne di peso normale e donne in sovrappeso e gli uomini", osserva il dottor Ladabaum. "Rimane controverso se solo in sovrappeso aumenta il rischio di mortalità, ma le tendenze di obesità addominale tra il sovrappeso sono preoccupante alla luce dei rischi associati ad un aumento circonferenza vita indipendente di BMI."

Quando Ladabaum et al raggruppati intervistati per la più recente indagine NHANES dalla razza/etnia ed età, hanno scoperto che più del 50% degli adulti forza lavoro in età in otto sottogruppi demografici segnalato alcun tempo libero l'attività fisica. Il grafico seguente mostra i risultati e mette in evidenza le differenze tra i risultati dell'indagine 1994 e quelli raccolti nel 2010 (anche se, con un po 'differenti metodi di indagine). Secondo questi dati, le donne, e le donne nere e messicano-americani in particolare, ha mostrato le maggiori diminuzioni di esercizio riportati.

Mentre maggiore apporto calorico è spesso accusata di aumento dei tassi di obesità, alcuna associazione tra questi è stato trovato in questo studio; al contrario, l'associazione è stata trovata tra le tendenze nel tempo per mancanza di attività fisica e di un numero elevato BMI. "I nostri risultati non supportano l'idea popolare che l'aumento dell'obesità negli Stati Uniti è da attribuire principalmente alla crescita sostenuta nel tempo l'apporto calorico giornaliero medio degli americani", conclude il dottor Ladabaum. "Anche se le tendenze globali di obesità negli Stati Uniti sono ben apprezzate e di obesità possono essere stabilizzando, le nostre analisi evidenziano tendenze fastidiosi in adulti più giovani, nelle donne, e in prevalenza di obesità addominale, così come persistenti disparità razziali/etnici."

Non c'è una risposta facile nella nostra battaglia in corso contro l'obesità, ma individuando il legame tra il calo dell'attività fisica e un aumento BMI, così come i gruppi particolarmente colpiti, in grado di assistere i funzionari della sanità pubblica per sviluppare mirate, interventi efficaci. In un commento di accompagnamento Pamela Powers Hannley, MPH, Managing Editor, The American Journal of Medicine, note, "Se un paese veramente vogliono prendere il controllo del nostro nostri costi di assistenza sanitaria e di salute, la carta Ladabaum et al dovrebbe essere il nostro clarion chiamata. Da incoraggiare le comunità a fornire luoghi sicuri per l'attività fisica per assicurare un'ampia disponibilità di cibo sano per abilita gli americani a prendere il controllo della loro salute, dobbiamo avviare uno sforzo concertato globale per controllare l'obesità ".

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha