Mentalmente Ill Make Up Quasi la metà di noi Tabacco mercato e sono il doppio di probabilità di fumare come non affetti da disturbi psichiatrici americani

Marzo 21, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Boston, Ma.- Harvard ricercatori medici hanno concluso che gli americani con malattie mentali sono quasi il doppio delle probabilità di fumare sigarette come persone senza la malattia mentale. Lo studio, che appare nel Journal di oggi della American Medical Association (JAMA) (http://jama.ama-assn.org/), trova il 41 per cento delle persone affette da malattie mentali sono i fumatori rispetto al 22,5 per cento delle persone che non sono mai stati malati di mente. L'articolo afferma inoltre che il fumo malati mentali più pesantemente di altri.

Estrapolando i risultati alla popolazione degli Stati Uniti, i ricercatori stimano che le persone con malattia mentale diagnosticabile comprendono quasi il 45 per cento del mercato totale del tabacco negli Stati Uniti

I risultati dello studio si basano su un'analisi dei dati raccolti per il Congresso mandato Comorbidity National Survey (NCS) della malattia psichiatrica (www.hcp.med.harvard.edu/ncs/index.htm) che è stato condotto tra il settembre 1990 e il febbraio 1992 e rilasciato al pubblico nel 1998. Il dato è il più recente informazioni nazionali disponibili per esaminare l'associazione tra tipo e la gravità della malattia mentale e la probabilità di fumare e smettere di fumare.




L'autore è il Dr. Karen Lasser, un post dottorando presso la Harvard School of Public Health e la Harvard Medical School e un medico a Cambridge Hospital. Lei ei suoi colleghi hanno utilizzato definizioni psichiatriche standard di malattia mentale che includevano la depressione maggiore, disturbo bipolare, agorafobia, fobia sociale e semplice, disturbo d'ansia generalizzato, l'abuso di alcol e dipendenza, la personalità antisociale, disturbo della condotta e psicosi non affettiva.

L'articolo cita documenti interni dell'industria del tabacco che dimostrano che RJ Reynolds aveva condotto studi di marketing si rivolgono a consumatori psicologicamente vulnerabili. Gli studi implicita che i fumatori usati nicotina per i sintomi depressivi e per il "miglioramento dell'umore", "ansia di soccorso," a "far fronte allo stress" e per "acquisire autocontrollo." Gli autori dello studio di marketing anche affermato che il fumo "aiuta perk fino" e "ti aiuta a pensare i problemi."

Ha detto l'autore di studio Harvard Lasser: "Forse la malattia mentale provoca il fumo, rendendo le persone più vulnerabili alla pubblicità del tabacco o la dipendenza da nicotina, tuttavia, altri studi hanno chiamato la direzione di causalità in questione, il che suggerisce che il fumo può causare la malattia mentale e, i nostri risultati sono certamente compatibile con quello. "

Lo studio ha scoperto che quasi un terzo dei fumatori con malattia mentale sono stati in grado di smettere di fumare e se fossero astensione da droga e alcol avevano tassi di cessazione pari a persone senza malattia mentale. "Questo risultato ci deve incoraggiare a aiutare i nostri pazienti con malattia mentale per smettere di fumare, soprattutto considerando che le persone con malattie mentali sono ad alto rischio per il fumo decessi correlati", ha detto il Dr. Danny McCormick studio co-autore.

Gli autori dello studio sono Drs. Karen Lasser, Steffie Woolhandler, David Himmelstein, Danny McCormick, J. Wesley Boyd e David Bor della Harvard Medical School, Boston MA e Cambridge Hospital, Cambridge MA

La ricerca è stata sostenuta da una sovvenzione dal National Research Services Award e in parte da una sovvenzione della Open Society Institute.

Harvard School of Public Health è dedicata a far progredire la salute pubblica attraverso l'apprendimento, la scoperta e la comunicazione. Più di 300 docenti sono impegnati nell'insegnamento e nella formazione del corpo studentesco 800-plus in un ampio spettro di discipline fondamentali per la salute e il benessere degli individui e delle popolazioni di tutto il mondo. Programmi e progetti vanno dalla biologia molecolare dei vaccini per l'AIDS l'epidemiologia del cancro; dall'analisi del rischio alla prevenzione della violenza; dalla materna e la salute dei bambini per la qualità della misurazione cure; dalla gestione sanitaria per la salute internazionale e dei diritti umani. Per ulteriori informazioni sulla visita della scuola: http://www.hsph.harvard.edu

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha