-Metastasi promuovere proteine ​​nelle urine identificato; Potrebbe fornire un prognostico test o di destinazione per il cancro al seno

Maggio 1, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I tumori che stanno per progredire e metastatizzano passare attraverso un processo visto anche nello sviluppo embrionale normale, nota come la transizione epitelio mesenchimale (EMT). Le cellule tumorali ritornare allo stato meno differenziata, si fermano aderendo ad ogni altro e diventano più mobili e inclini a invadere e proliferare. Ora, i ricercatori del Children Hospital di Boston di spettacolo, per la prima volta, che una piccola proteina chiamata lipocalin 2 innesca la EMT in cancro al seno umano - e che la stessa proteina, misurata nei tessuti e nelle urine, in grado di prevedere l'invasività di un cancro.

I loro risultati sono stati pubblicati online il 23 febbraio dai Proceedings della National Academy of Sciences.

I ricercatori guidati da Marsha A. Moses, PhD, e Jiang Yang, PhD, del Programma di Biologia Vascolare presso bambini, indotte cellule di cancro al seno umano per fare grandi quantità di lipocalina 2, e ha dimostrato che la motilità cellulare e l'invasività aumentato in modo significativo. Hanno quindi preso le cellule dai tumori al seno aggressivi e tacere lipocalina 2, e ha scoperto che la migrazione delle cellule è stata significativamente inibita. Quando hanno trapiantato le cellule del cancro al seno umano in animali, quelli che fanno da tumori lipocalin 2 erano più localmente invasive e più probabilità di metastasi ai linfonodi.




Ulteriori studi di laboratorio hanno indicato che lipocalin 2 riduce i livelli di recettore degli estrogeni alfa, riducendo in tal modo la risposta delle cellule di ormoni estrogeni, che è associato con una scarsa prognosi del cancro al seno. Inibendo la produzione di recettore degli estrogeni alfa è anche il meccanismo che attiva il percorso EMT, i ricercatori mostrano.

Infine, campioni di tessuto, e anche campioni di urina, di donne con carcinoma mammario invasivo costantemente mostrato elevati lipocalin 2 livelli, il che suggerisce che il test per lipocalin 2 può essere un modo di rilevare progressione del cancro e la necessità di un trattamento più aggressivo.

"Il nostro studio identifica un romanzo, giocatore supplementare nel complesso sviluppo del carcinoma mammario invasivo", dice Mosè, direttore ad interim del Programma di Biologia Vascolare. "Si suggerisce che questa proteina può rappresentare un bersaglio prognostico e/o terapeutico per questa malattia devastante."

Lipocalina 2, insieme ad altri biomarcatori urinari di cancro che, nel laboratorio di Mosè, è stato concesso in licenza a Predictive Biosciences, Inc. (Lexington, Mass.) Per lo sviluppo clinico.

Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of Health, la Webb Fondo JoAnn per angiogenesi Research, il Family Foundation Riehl, il S. Elizabeth O'Brien fiducia e la Medical Foundation avanzato.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha