Metoprololo intorno al periodo di chirurgia aumenta il rischio di morte e di ictus: Trial POISE

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 36
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Farmaci beta-bloccanti possono aiutare a prevenire gli attacchi di cuore durante l'intervento chirurgico, ma possono aumentare il rischio di morte e di ictus grave, dice un importante studio che sarà pubblicato online 12 maggio dalla rivista medica, The Lancet.

POISE è il più grande studio randomizzato del mondo affrontare complicanze cardiache perioperatorie. POISE valutato gli effetti di un beta-bloccante verso placebo somministrato a pazienti in tutto il tempo di un intervento chirurgico.

"POISE dimostra che un beta-bloccante dato intorno al periodo della chirurgia diminuisce il rischio di un attacco di cuore di un paziente, ma aumenta il rischio di un grave ictus e di morte", ha detto il dottor PJ Devereaux, POISE co-principal investigator, McMaster University, Hamilton , Canada.




In tutto il mondo circa 100 milioni di adulti hanno chirurgia maggiore non cardiaca (ad esempio, tutti gli interventi chirurgici ad esclusione operazioni al cuore) di ogni anno. Tra questi, più di un milione subirà un grave complicazione cardiaca, come un attacco di cuore o di morte.

Chirurgia aumenta catecolamine dei pazienti, o gli ormoni dello stress, che aumentano il requisito del cuore per l'ossigeno. Lo stress sul cuore può portare a gravi eventi come un attacco di cuore. Poiché i beta-bloccanti riducono gli effetti dell'aumento delle catecolamine alcuni medici credevano che possono prevenire gravi complicazioni cardiache intorno al momento dell'intervento chirurgico.

"Piccoli studi iniziali hanno suggerito i beta-bloccanti erano favorevoli intorno al periodo di intervento chirurgico, ma recenti studi più moderate dimensioni non ha mostrato alcun beneficio," Dr Homer Yang, POISE co-investigatore principale, Università di Ottawa, Ottawa, Canada. "Abbiamo intrapreso POISE fornire una migliore comprensione degli effetti di un beta-bloccante intorno al momento dell'intervento chirurgico."

"Un importante risultato di POISE era che anestesisti, cardiologi, internisti e chirurghi a 190 centri in 23 paesi si sono riuniti e randomizzati 8.351 pazienti -. Più di 4 volte il numero di pazienti che tutte le precedenti prove perioperatorio beta-bloccanti combinate Tali sforzi sono rare, ma essenziale per fare progressi nella gestione di questi pazienti ", ha detto il dottor Salim Yusuf, POISE sedia comitato direttivo, McMaster University, Hamilton, Canada.

Il Trial randomizzato 4174 pazienti POISE a ricevere a rilascio prolungato metoprololo succinato e 4177 pazienti a ricevere partire due a quattro ore prima dell'intervento e proseguendo per 30 giorni dopo l'intervento placebo.

Meno pazienti nel gruppo Metoprololo (176) rispetto al gruppo placebo (239) ha subito un attacco di cuore, il che indica che i pazienti trattati con metoprololo sono stati il ​​27 per cento meno probabilità di subire un attacco di cuore. Tuttavia, 129 pazienti metoprololo rispetto ai 97 pazienti trattati con placebo sono morti, il che indica che i pazienti trattati con metoprololo sono stati il ​​33 per cento più probabilità di morire. Inoltre, 41 pazienti metoprololo rispetto 19 pazienti trattati con placebo hanno subito un ictus, che indica che i pazienti trattati con metoprololo hanno avuto più del doppio il rischio di ictus.

Considerando gli attacchi di cuore meno di un terzo di questi pazienti ha avuto anche una complicazione del loro attacco di cuore come insufficienza cardiaca. In contrasto con più della metà dei pazienti che hanno subito un ictus sono stati lasciati inabili o bisogno di aiuto con le attività quotidiane.

I risultati suggeriscono POISE ogni 1.000 pazienti con un profilo di rischio simile che hanno chirurgia non cardiaca, metoprololo impediranno 15 pazienti di avere un attacco di cuore, tre di avere angioplastica o chirurgia di bypass aortocoronarico, e sette di sviluppare nuova fibrillazione atriale (un ritmo cardiaco disordine).

I risultati suggeriscono inoltre che per ogni 1000 pazienti, metoprololo causerebbe otto pazienti a morire, cinque pazienti di avere un ictus, 53 pazienti di sperimentare una bassa pressione sanguigna, che richiederebbe il trattamento, e 42 pazienti di un ritmo cardiaco basso che richiederebbe trattamento. L'analisi dei dati suggerisce che POISE metoprololo ha aumentato il rischio di morte e di ictus aumentando il rischio di pressioni basse di sangue che ha richiesto un trattamento.

"Considerando questi risultati, i pazienti sono improbabili ad accettare i rischi connessi con metoprololo perioperatoria visto in POISE", ha detto il dottor Gordon Guyatt, POISE presidente di commissione risultato aggiudicazione, McMaster University, Hamilton, Canada.

Considerando le implicazioni della POISE risultati della Dr. Devereaux ha dichiarato: "Per più di un decennio hanno linee guida raccomandate dando beta-bloccanti nei pazienti sottoposti a chirurgia non cardiaca. Anche se solo il 10% dei medici ha agito sulla base delle raccomandazioni delle linee guida nel corso dell'ultimo decennio, di 100 milioni pazienti avrebbero ricevuto un beta-bloccante intorno al momento dell'intervento chirurgico. Se i risultati di equilibrio sono ampiamente applicabili, nel corso dell'ultimo decennio 800.000 pazienti sarebbero morti prematuramente e 500.000 pazienti avrebbero subito un ictus, perché sono stati dati un beta-bloccante intorno momento dell'intervento. "

"Questo mette in evidenza il rischio di assumere un regime beta-bloccante perioperatoria è beneficiare senza danno sostanziale, e l'importanza e la necessità di grandi studi randomizzati in ambiente chirurgico."

"I risultati sono una vera sorpresa, e cambierà come i pazienti sono curati dopo l'intervento chirurgico", ha detto il dottor Peter Liu, direttore scientifico presso Canadian Institutes of Health Research. "Questi risultati dovrebbero farci domanda se ci sono alternative migliori per questi pazienti. Questo è un buon esempio di come uno studio clinico condotto con cura può cambiare completamente come i pazienti sono curati."

POISE è stato finanziato dal Canadian Institutes of Health Research, il Governo del Commonwealth del National Health Australia e Medical Research Council, l'Instituto de Salud Carlos III (Ministerio de Sanidad y Consumo) in Spagna, la British Heart Foundation, e AstraZeneca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha