Mettere i freni sull'immunità

Maggio 21, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il sistema immunitario è una spada a doppio taglio. Mentre il suo ruolo principale è quello di combattere le infezioni, può anche diventare iperattiva, portando a problemi come allergie e malattie autoimmuni.

Ad esempio, la parte del sistema immunitario responsabile per resistere parassiti agisce rilasciando globuli bianchi chiamati granulociti eosinofili nel sangue. Ma i livelli di eosinofili elevati sono anche responsabili di reazioni allergiche, tra cui la maggior parte delle forme di asma, malattie gastrointestinali, malattie del sangue e tumori.

Ora uno studio, condotto dal dottor Ariel Munitz del Dipartimento di Microbiologia Clinica e Immunologia presso la Facoltà di Medicina Sackler all'Università di Tel Aviv, e condotto da studenti laureati Netali Baruch Morgenstern e Dana Shik, ha trovato un meccanismo che spinge eosinofili a morire prima di arrivare nel sangue e devastare. La scoperta è un passo avanti nella comprensione della scienza del sistema immunitario e suggerisce nuove e potenti terapie per le malattie eosinofili come l'asma.




"Abbiamo scoperto un importante e potente percorso che funziona per uccidere eosinofili," dice il Dott Munitz. "La conoscenza fondamentale che abbiamo acquisito potrebbe un giorno anche i risultati dei rendimenti maggiori e terapie."

Pubblicato online su Nature Immunology nel mese di novembre, la ricerca è stata finanziata in parte dagli Stati Uniti-Israele binazionale Science Foundation, la Israel Science Foundation, l'Israel Cancer Research Fund, e il Fritz Thyssen Stiftung. La Divisione di Allergologia e Immunologia presso Hospital Medical Center del Children Cincinnati collaborato su di esso.

Il corpo tiro alla fune

Il livello di eosinofili nel sangue è relativamente basso in persone sane, che rappresentano solo il 2 al 5 per cento dei globuli bianchi in circolazione. Ma in disturbi eosinofili, una proteina di segnalazione chiamata interleuchina 5, o IL-5, innesca una scarica di eosinofili nel midollo osseo, in cui sono prodotti, e nel sangue, dove vengono trasportati a vari organi. IL-5 è stato recentemente studiato come un nuovo bersaglio per farmaci per l'asma, alcuni dei quali si sono dimostrati efficaci in studi clinici.

Analizzando midollo osseo di topo, i ricercatori hanno trovato che l'espansione di eosinofili causate da IL-5 è in realtà parte di un meccanismo più ampio che regola il ciclo di vita delle cellule. Mentre IL-5 comandi eosinofili per espandere e entrare nel flusso sanguigno, un recettore delle cellule chiamato accoppiato immunoglobuline-like receptor A, o PIR-A, eosinofili a morire comandi. Così eosinofili sono in una costante "tiro alla fune" tra i segnali di sopravvivenza forniti da IL-5 e gli ordini di morte forniti da PIR-A.

Anche se l'ordine morte PIR-A è dominante, non è mai eseguito. Gli eosinofili esprimono un altro recettore, chiamato PIR-B, che ricorda da vicino PIR-A e inibisce le sue azioni. Affinché PIR-A di svolgere la sua fine morte della cellula, PIR-B deve essere chiusa.

"PIR-A è sempre inibito da PIR-B dalle primissime fasi di sviluppo degli eosinofili," dice il Dott Munitz. "Abbiamo dovuto rimuovere l'espressione di PIR-B dalle cellule per vedere gli effetti potenti del PIR-A."

Due nuovi approcci per stroncare la malattia sul nascere

Dopo aver identificato il meccanismo dei sistemi di coltura di cellule, i ricercatori hanno verificato che opera anche in topi. Come previsto, hanno scoperto che i topi asmatici senza PIR-B nei loro corpi avevano ben poco di espansione di eosinofili nel sangue e nei polmoni e infiammazione quindi meno asmatico nei polmoni di topi normali. Senza ostacoli dalla PIR-B, PIR-A è apparso per mantenere eosinofili raggiungano livelli nocivi nei loro corpi. Perché eosinofili umani esprimono anche molecole PIR-come, ci sono buone ragioni per credere che lo stesso meccanismo funziona nelle persone.

Oltre a promuovere la conoscenza di eosinofili - un tipo di cellula fondamentale e importante - il lavoro dei ricercatori apre due nuove strade per il trattamento dei disturbi eosinofili. Invece di abbassare IL-5 livelli per cercare di ridurre l'espansione degli eosinofili, gli scienziati possono ora indirizzare PIR-A per migliorare la sua capacità di uccidere eosinofili. In alternativa, essi potrebbero indebolire PIR-B in modo che inibisce PIR-A meno.

I ricercatori hanno prove preliminari che PIR-B inibisce altri meccanismi che guidano la morte cellulare. Identificare loro è al centro della loro ricerca attuale.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha