Mezzi chirurgici per migliorare la sopravvivenza cancro del rene identificato

Maggio 15, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Quando il cancro del rene si diffonde ad altre parti del corpo, i pazienti di solito ricevono una prognosi sfavorevole. Un nuovo studio della Mayo Clinic ha esaminato i benefici del trattamento chirurgico del cancro del rene, carcinoma a cellule renali in particolare, e di come i pazienti vide migliorato la prognosi del loro cancro. Questi risultati sono stati presentati al convegno dell'American Urological Association a San Francisco.

Ogni anno negli Stati Uniti, ci sono circa 50.000 nuovi casi di cancro del rene. Negli adulti, il tipo più comune di cancro del rene è il carcinoma a cellule renali. L'incidenza di cancro del rene sembra essere in aumento, anche se non è chiaro il perché.

"La chirurgia rimane estremamente importante nel piano di trattamento per molti pazienti. Siamo sempre alla ricerca di modi per migliorare la cura del paziente, compresa aggressivo trattamento chirurgico del tumore primario e, in alcuni casi, le metastasi", spiega Bradley Leibovich, MD, Mayo Clinic chirurgo urologico e autore principale dello studio.




In uno studio della Mayo Clinic di 888 pazienti con carcinoma a cellule renali, i pazienti che avevano la rimozione completa di tutti i tumori che si diffondono sono sopravvissuti in media di cinque anni. In confronto, i pazienti che non hanno avuto alcun tumori metastatici rimossi avevano solo un tasso di sopravvivenza cancro-specifica un anno. I risultati sono incoraggianti, perché il carcinoma renale è difficile da curare quando si è diffuso ad altri organi. In circa

Il 30 per cento dei pazienti, il tumore si è già diffuso dal momento in cui il cancro viene diagnosticato, con il polmone è il luogo più comune per la diffusione. L'intervento chirurgico per il carcinoma a cellule renali che non si è diffuso è spesso curativa ed è quindi un'opzione di trattamento vitale - soprattutto perché questo tipo di tumore non risponde bene alla chemioterapia o radiazioni, spiega il Dr Leibovich.

Significato della ricerca Mayo

"Mayo Clinic mantiene un Registro renale nefrectomia che presenta 30 anni di renali metriche outcome chirurgico del cancro," dice il Dott Leibovich. "La nostra analisi mostra che una percentuale significativa di pazienti con metastasi multiple carcinoma a cellule renali sperimenterà risultati migliori se tutte le metastasi vengono rimossi."

Lo studio ha confrontato la sopravvivenza di tre gruppi di pazienti affetti da cancro, i quali avevano i loro reni rimossi per curare il tumore originario del rene. I gruppi di controllo sono state fatte da pazienti trattati presso la Mayo Clinic dal 1976 & # 65533 ;, come mostrato di seguito:

  1. Tipo di trattamento: No rimozione chirurgica del tumore metastatico - Pazienti nella categoria trattamento su 888 totali: 506 o 57% - cancro-specifica sopravvivenza mediana: 1,1 anni
  2. Tipo di trattamento: la rimozione chirurgica incompleta, in cui alcuni dei ca diffusione è stato rimosso, ma non tutti - Pazienti nella categoria trattamento su 888 totali: 257 o 29 - cancro-specifica sopravvivenza mediana: 2.6 6ears
  3. Tipo di trattamento: La rimozione completa di sradicare tutto il tessuto tumorale visibile - Pazienti nella categoria trattamento su 888 totali: 125 o 14% - la sopravvivenza cancro-specifica mediana: 4,8 anni

    Il ruolo della posizione

    Lo studio ha anche mostrato che la sopravvivenza varia con la posizione di metastasi. Ad esempio, i pazienti in cui il cancro si sviluppa solo polmone cavata la migliore quando sono stati sottoposti a rimozione completa della lesione polmonare, rispetto ai pazienti sottoposti a rimozione completa di tumori da tutte le altre posizioni. Per il gruppo polmone, il tasso medio di sopravvivenza cancro-specifica (CSS) calcolato in termini di cancro - non altre cause di morte - era più di 10 anni. Questo rispetto ad un tasso di CSS mediana di 3,6 anni per i pazienti che hanno subito la rimozione completa di tumori da tutte le altre posizioni.

    Collaborazione e supporto

    Altri ricercatori sono Angela Alt, M.D .; Stephen Boorjian, M.D .; Christine Lohse, e Michael Blute, MD Il loro lavoro è stato sostenuto dalla Fondazione per l'educazione Mayo Medical and Research.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha