Miniature dispositivo di filtraggio Fare Angioplastica Safer in fase di test

Aprile 1, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Cardiologi a Rush-Presbyterian-St. Medical Center di Luca di Chicago stanno attualmente testando un nuovo dispositivo in miniatura-filtraggio, destinate a rendere più sicuro l'angioplastica. Rush è tra 50 centri medici del paese, e l'unico centro medico di Chicago, test del dispositivo.

Il dispositivo, chiamato CardioShield da Irlanda-based MedNova, cattura piccole particelle di detriti che possono venire sciolto quando un palloncino viene gonfiato per aprire i vasi sanguigni ostruiti. CardioShield ha un filtro con fori di circa 140 micron di diametro e agisce come una rete, cattura detriti pur permettendo al sangue di fluire continuare durante la procedura.

In angioplastica standard un filo e stent palloncino sono filettati attraverso l'arteria femorale all'inguine all'area nel petto dove avviene il blocco. Una volta posizionata nell'arteria intasato, il palloncino viene espanso e diffonde il blocco contro la parete dell'arteria per aprire l'arteria. Uno stent viene quindi messo in per prop aperta l'arteria. In alcuni casi, la procedura angiogplasty può causare il materiale che compone il blocco di liberarsi e galleggiare "a valle" ai vasi sanguigni più piccoli, che porta ad attacchi di cuore e ictus.




Questo problema è più acuto quando l'angioplastica viene effettuata su vene utilizzati in chirurgia di bypass che provengono dalle gambe del paziente perché queste vene sono più inclini a complicazioni che invecchiano. Uno studio nel Journal of American College of Cardiology ha rilevato che il 45 per cento di queste vene vissuto blocco 11 anni dopo l'intervento chirurgico di bypass. Queste vene sono anche maggiori probabilità di contenere materiale ostruttiva morbido che può essere facilmente interrotto da procedure come angioplastica.

In uno studio preliminare di 29 pazienti con arterie bloccate, il dispositivo CardioShield raccolto detriti nel 67 per cento dei pazienti. Tale detriti, quando il permesso di galleggiare lungo in vasi sanguigni più piccoli, può mettere i pazienti a rischio di un attacco di cuore, secondo il dottor Jeffrey Snell, direttore della Cardiologia Interventistica a Rush. Nello studio Rush, un dispositivo CardioShield viene infilato attraverso l'arteria bloccata prima e il palloncino e stent seguito, consentendo al dispositivo di filtro per catturare in modo efficace eventuali residui che si libera. Una volta che il blocco viene eliminato con il posizionamento angioplastica e stent, il dispositivo CardioShield è rimosso e detriti viene analizzata per determinare la composizione del materiale.

Snell recentemente trattato il primo paziente a Chicago con il dispositivo e verrà utilizzato con gli altri presto. I pazienti eleggibili per lo studio devono aver avuto cuore da un intervento chirurgico passaggio in cui il loro safena (gamba) vena è superiore al 50 per cento bloccato.

"La maggior parte dei pazienti cardiologi interventisti hanno avuto che hanno manifestato un evento cardiaco, mentre in fase di angioplastica. Questo dispositivo offre un approccio che può impedire che quegli eventi accada", ha detto Snell. Proprio come l'angioplastica è più sicuro di un intervento chirurgico a cuore aperto in pazienti appropriati, CardioShield farà angioplastica più sicuro per tutti i pazienti proteggendoli da questa complicanza, ha aggiunto.

CardioShield è uno di un piccolo numero di dispositivi in ​​fase di test da cardiologi a Rush e in tutto il paese per garantire angioplastica continua a rimanere al sicuro. All'inizio di quest'anno, Rush completato uno studio di un dispositivo chiamato PercuSurge, che blocca anche i detriti dalle arterie bloccate da galleggiare liberamente attraverso un vaso sanguigno utilizzando un catetere a palloncino e aspirazione. Snell ha indicato che Rush sarà presto intraprendere un processo a confronto i due dispositivi per stabilire quale sia il più sicuro ed efficace per i pazienti che hanno bisogno di angioplastica. Più di 13 milioni di persone negli Stati Uniti sono stati diagnosticati con malattia coronarica, la principale causa di morte in questo paese. Solo quest'anno, si stima che 1,8 milioni di pazienti saranno sottoposti a procedure come la chirurgia di bypass coronarico e angioplastica per riaprire le arterie.

###

Nota: I giornalisti interessati a firmare per ricevere i comunicati stampa da Rush via e-mail può farlo a http://www.rush.edu/media.

Rush-Presbyterian-St. Medical Center di Luca comprende il 824-letto Presbyterian-St. Ospedale di Luca (compresi Hospital Rush bambini), il 110-letto Johnson R. Bowman Health Center e Università Rush. Rush University, che oggi conta 1.271 studenti, è la patria di Rush Medical College, una delle prime scuole di medicina nel Midwest. Esso comprende anche uno dei top-ranked scuole di cura della nazione, il Rush College of Nursing, così come il Collegio di Scienze della Salute e il Graduate College, che offrono corsi di laurea in salute alleati e le scienze di base. Rush è nota per riunire la cura del paziente e la ricerca per affrontare gravi problemi di salute, tra cui l'artrite e disturbi ortopedici, cancro, malattie cardiache, malattie mentali e disturbi neurologici malattie associate con l'invecchiamento. Il centro medico è anche l'hub terziaria della System Rush per la salute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha