Misurazione basata-MRI aiuta predire la malattia vascolare nel cervello

Aprile 15, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Velocità dell'onda di polso aortico arco, una misura della rigidità arteriosa, è un forte predittore indipendente di malattia dei vasi che portano il sangue al cervello, secondo un nuovo studio pubblicato nel numero di giugno della rivista Radiology.

"Pulse velocità dell'onda dall'arco aortico fornisce informazioni funzionali su conformità della nave che possono aiutare a determinare il rischio di un paziente per la malattia cerebrovascolare lungo la strada", ha detto Kevin S. King, MD, assistente professore di radiologia presso UT Southwestern Medical Center di Dallas.

Recenti studi hanno dimostrato un'associazione tra la rigidità aortica e malattia cerebrovascolare. Martin Luther King e colleghi hanno cercato di valutare la relazione tra la velocità dell'onda di polso arco aortico e la successiva malattia microvascolare cerebrale, indipendentemente da altri fattori di rischio cardiovascolare, tra i 1.270 partecipanti alla multietnica Dallas Heart Study.




Velocità dell'onda di polso aortico è stata misurata con contrasto di fase risonanza magnetica (MRI). Sette anni più tardi, il volume di sostanza bianca iperintensità è stata determinata mediante risonanza magnetica del cervello. Bianco iperintensità della sostanza, che appaiono come macchie luminose sul cervello immagini RM, sono associati con motore accelerato e declino cognitivo, il morbo di Alzheimer, ictus e morte.

I ricercatori hanno anche analizzato altri 15 fattori di rischio cardiovascolare, così come l'età, sesso ed etnia, come predittori di bianco iperintensità della sostanza.

I risultati hanno mostrato che la velocità dell'onda di polso aortico aiutato prevedere sostanza bianca del volume iperintensità, indipendente dagli altri fattori di rischio demografici e cardiovascolari. I ricercatori hanno stimato che un aumento dell'uno per cento della velocità dell'onda di polso aortico (in metri al secondo) è legato a un aumento del 0,3 per cento nei successivi volume della materia bianca iperintensità (in millilitri) quando tutte le altre variabili sono costanti.

"I nostri risultati dimostrano che la velocità dell'onda di polso aortico è altamente significativo fattore predittivo indipendente di ulteriore volume della materia bianca e iperintensità fornisce un contributo distinto - con pressione arteriosa sistolica, il trattamento ipertensione, insufficienza cardiaca congestizia e l'età - nel predire il rischio di cerebrovascolare malattia ", ha detto il dottor King.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha