Modello del tessuto del sistema rivela Cellular Communication Via Aminoacidi

Aprile 16, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un team di ricercatori del Massachusetts General Hospital Center per l'Ingegneria in Medicina (MGH-CEM) ha trovato la prima prova di comunicazione cellula-cellula per gli amminoacidi, i mattoni delle proteine, piuttosto che da proteine ​​noti agenti come segnalazione fattori di crescita o citochine.

Il loro rapporto apparirà in un prossimo numero del FASEB Journal ed è stato rilasciato on-line.

"Siamo stati portati da una completa sorpresa", dice Rohit Jindal, PhD, un borsista post-dottorato presso MGH-CEM e autore principale della carta. "I rapporti del passato hanno coinvolto diversi fattori di crescita e le proteine ​​della matrice extracellulare secrete da altri tipi di cellule nella regolazione del comportamento degli epatociti, ma al meglio delle nostre conoscenze, questa è la prima evidenza che le cellule possono comunicare cambiando concentrazioni di aminoacidi locali."




Gli autori descrivono lo sviluppo di un modello tridimensionale di tessuto epatico in cui epatociti (cellule del fegato) sono incorporati in uno strato di collagene e coperti con uno strato di cellule endoteliali - le cellule che rivestono i vasi sanguigni, che permeano il fegato. In questo sistema modello cellule epatiche recuperato la loro attività metabolica molto più velocemente rispetto ai modelli precedenti - in due giorni invece di una settimana o più. La scoperta fondamentale è che la prolina è responsabile di questa maggiore recupero. Un elemento di collagene, prolina stata secreta dallo strato endoteliale del modello fegato, ripreso da epatociti e usato per sintetizzare nuovo collagene, con conseguente recupero più rapido di attività epatociti.

"Identificare questi punti di comunicazione aminoacidi mediata l'importanza di considerare i cambiamenti nel metabolismo durante la valutazione di comunicazione cellula-cellula", spiega Martin Yarmush, MD, PhD, direttore del MGH-CEM e senior autore della carta. "Fattori metabolici stanno guadagnando importanza nella comprensione di una serie di malattie, e che stabilisce il contributo di diversi tipi di cellule per l'ambiente metabolico potrebbe fornire nuovi bersagli farmacologici per il trattamento delle malattie del fegato." Yarmush è il Helen Andrus Benedetto Professore di Chirurgia e Bioingegneria presso la Harvard Medical School (HMS).

Co-autore Yaakov Nahmias, PhD, del MGH-CEM, aggiunge, "Non è attualmente chiaro se si verifica questo meccanismo in animali viventi, ma potrebbe contribuire a rimodellamento epatica attiva durante lo sviluppo del fegato o la rigenerazione." Ulteriori co-autori della carta FASEB Journal sono Arno Tilles, MD, e Francois Berthiaume, PhD, entrambi del MGH-CEM. Il lavoro è stato sostenuto da sovvenzioni dal National Institutes of Health e Shriners Hospitals for Children.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha