Modest tutta la popolazione la perdita di peso potrebbe comportare riduzioni di diabete di tipo 2 e le malattie cardio

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo documento suggerisce una forte associazione tra tutta la popolazione variazione di peso e il rischio di morte da diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari.

Variazione della prevalenza del diabete di tipo 2 nelle popolazioni può essere in gran parte spiegato da obesità. Tuttavia, non è chiaro in quale misura la perdita di peso potrebbe abbassare prevalenza della malattia cardiovascolare.

Tendenze demografiche interi nelle politiche di consumo alimentare e dei trasporti legati all'attività fisica possono ridurre il carico di diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari a livello di popolazione.




A seguito della crisi economica cubana dei primi anni 1990, la carenza di cibo e carburante hanno comportato un calo dell'apporto energetico alimentare e forti aumenti l'attività fisica. Ciò ha comportato un livello di popolazione perdita media di peso di 4-5kg (8-11lbs). Cali rapidi dei tassi di mortalità per diabete e malattia coronarica sono stati successivamente osservati.

Confrontando i tassi di malattia nel corso del tempo in grado di dimostrare il potere di prevenzione e di aiutare a identificare i fattori di rischio.

Un team internazionale di ricercatori provenienti da Spagna, Cuba e gli Stati Uniti (guidato dal dottor Franco, professore associato presso l'Università di Alcalб) quindi esaminato l'associazione tra corpo cambia tutta la popolazione e l'incidenza di diabete (il numero di nuovi individui che contraggono una malattia), prevalenza (il numero totale di casi in un determinato periodo di tempo) e tassi di mortalità per diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari, il cancro e tutti-cause a Cuba tra il 1980 e il 2010. Cuba è un paese con una lunga tradizione di salute pubblica e cardiovascolare ricerca che ha fornito i dati necessari da indagini nazionali sulla salute, studi cardiovascolari, cure primarie registri di malattie croniche e delle statistiche vitali oltre tre decenni. La popolazione cubana è relativamente omogeneo e ha subito grandi cambiamenti sociali ed economici direttamente legati al consumo di cibo e l'attività fisica dal 1980 al 2010.

Quattro studi trasversali di popolazione sono stati utilizzati e sono stati disponibili in altezza, il peso, l'assunzione di energia, il fumo e l'attività fisica dei dati. Tutti i partecipanti erano di età compresa tra i 15 ei 74.

Modifiche a livello di popolazione in apporto energetico e l'attività fisica sono state accompagnate da grandi cambiamenti del peso corporeo: tra il 1991 e il 1995 ci fu una riduzione media 5 kg, mentre tra il 1995 e il 2010 è stata osservata una vasta popolazione di peso rimbalzo di 9 kg.

Prevalenza di fumatori lentamente diminuita nel corso degli anni 1980 e 1990 ed è diminuita più rapidamente negli anni 2000. Il numero di sigarette consumate capite diminuita durante e subito dopo la crisi.

Diabete prevalenza è salito dal 1997 in poi, come la popolazione ha cominciato ad aumentare di peso. Incidenza del diabete (nuovi casi) è diminuita durante il periodo di perdita di peso, ma poi aumentata fino a che non ha raggiunto il picco nel peso riconquistare anni.

Nel 1996, cinque anni dopo l'inizio del periodo di perdita di peso, vi è stato un brusco tendenza al ribasso nella morte dal diabete. Questo durò sei anni durante i quali l'assunzione di energia stato gradualmente recuperato e livelli di attività fisica sono stati ridotti. Nel 2002, i tassi di mortalità restituiti al pre-crisi tendenze ed è stato osservato un drammatico aumento della mortalità del diabete.

Per quanto riguarda le tendenze CHD e ictus morte possiamo vedere un lento declino 1980-1996 seguito da un drammatico declino dopo la fase di perdita di peso. Queste tendenze hanno fermato discendente durante il riacquisto del peso fase.

I ricercatori concludono che "l'esperienza cubana in 1980-2010" dimostra che in un periodo relativamente breve, modesta perdita di peso in tutta la popolazione può avere un effetto profondo sul carico globale del diabete e delle morti per malattie cardiovascolari. Si dice che, anche se i risultati mostrano che un 5kg tutta la popolazione perdita di peso "ridurrebbe la mortalità del diabete della metà e la mortalità CHD di un terzo," questi risultati sono un'estrapolazione da questa esperienza - comunque prevedono la "illustrazione notevole del potenziale benefici per la salute di invertire l'epidemia di obesità globale. "

In un editoriale di accompagnamento, il professor Willett della Harvard School of Public Health afferma che Franco e colleghi "aggiungono la prova potente che una riduzione del sovrappeso e dell'obesità avrebbe grandi vantaggi a livello di popolazione." Dice anche che gli autori siano adeguatamente cauti nelle loro conclusioni ed evitare "attribuendo tutte le variazioni dei tassi di malattia ai cambiamenti di peso." Egli aggiunge che i medici possono contribuire a promuovere un comportamento sano "visibilmente responsabili di comportamenti sani."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha